'Regioni in zona gialla prima del 31 dicembre, rischio Green Pass vincolato

Regioni in zona gialla prima del 31 dicembre e rischio Green Pass vincolato, ma che cos’è?

Le regioni che rischiano la zona gialla entro Natale.

di , pubblicato il
Zona blu

Per salvare il Natale si sta facendo largo l’ipotesi di un Green Pass vincolato, intanto alcune regioni rischiano sicuramente la zona gialla prima del 31 dicembre. Vediamo quali sono le ultime ipotesi sulle misure che il Governo potrebbe prendere a breve.

Le regioni che rischiano la zona gialla entro Natale

In particolare sono il Friuli-Venezia Giulia, la provincia di Bolzano, il Veneto, le Marche e la Calabria a rischiare maggiormente anche se non ci sono dati sufficienti per il passaggio in zona gialla, che però potrebbe avvenire entro Natale come hanno fatto notare gli esperti. In Alto Adige l’attenzione è alta e in generale per visitare i mercatini di Natale, anche in Trentino, viene chiesto il Green Pass con braccialetto, una sorta di lasciapassare che permette appunto di accedere alla zona delle bancarelle.

Arriva il Green Pass vincolato

Cambiamenti in vista anche per il Green Pass che oltre ad avere una durata minore, quindi non più 12 mesi ma 9 o 6, a seconda di quando la protezione viene meno, potrebbe diventare vincolato alla guarigione o al vaccino. Da giorni si parla dell’ipotesi di togliere i tamponi rapidi dai criteri per avere il pass, tranne che per andare a lavoro. In particolare, per le feste di Natale, il Green Pass potrebbe diventare una prerogativa di chi è vaccinato o guarito per accedere ad alcuni servizi come ristoranti, cinema, locali e in genere tutte ciò che è legato alla ricreatività. Chi non è vaccinato o non guarito, potrebbe avere il pass con il tampone solo per andare al lavoro. Per adesso resta un’ipotesi ma non è affatto escluso che nelle prossime settimane non si decida per questa opzione.

Secondo Donato Greco, epidemiologo e componente del Comitato tecnico-scientifico:

“Vaccino e tampone non sono paragonabili, quanto ad affidabilità. Arriverà il momento in cui dovremo porci il problema: un Green Pass basato su un elemento debole come il test antigenico non può reggere per sempre. Il Green pass ottenuto facendo il vaccino non è paragonabile al Green pass riconosciuto a chi ha eseguito un tampone. Danno garanzie che non sono nemmeno lontanamente paragonabili”.

A Natale, quindi, è sempre più probabile che arriverà un pass ancora più vincolato come ormai ipotizzano gli esperti?

Vedi anche: Green Pass più breve senza tamponi rapidi, ristoranti e cinema solo per vaccinati: il piano del Governo per salvare il Natale

Argomenti: ,