'Quarta ondata Europa: nuove misure, dove c'è lockdown per non vaccinati

Quarta ondata in Europa: ecco le nuove misure, chi ha già attivato il lockdown per non vaccinati e il vaccino obbligatorio

Quarta ondata in Europa, le nuove misure dei paesi per scongiurare scenari ancora peggiori. In Austria lockdown per tutti e vaccino obbligatorio da febbraio.

di , pubblicato il
Quarantena covid

Quarta ondata in Europa, quali sono le nuove misure che i paesi stanno mettendo o metteranno in atto per frenare la pandemia e questa nuova ondata?

Quarta ondata in Europa, le nuove misure dei paesi per scongiurare scenari ancora peggiori

Nelle ultime settimane sono nettamente aumentati i contagi nelle zone centrali e orientali dell’Europa, per questo motivo i singoli paesi stanno pensando a nuove misure come lockdown per non vaccinati, limitazioni nell’accesso a vari servizi e molto altro.
In Germania la situazione è piuttosto grave, si contano 50mila casi al giorno e anche le terapie intensive sono quasi sature, tanto che i sanitari hanno parlato di catastrofe.

Il governo tedesco è quindi sul punto di approvare un Green Pass per andare a lavoro e sui mezzi pubblici ma anche la regole delle 2G, ossia pass limitato a chi si vaccina in Baviera, Turingia, Nordreno-Vestfalia, Baden-Wuerttemberg, Berlino e Amburgo. In Sassonia la regola delle 2G è attiva anche nei negozi al dettaglio mentre a Berlino, la terza dose sarà già accessibile dopo 5 mesi.

In Austria lockdown per tutti e vaccino obbligatorio da febbraio

Anche in Austria la situazione è molto delicata e nonostante sia già attivo un lockdown per non vaccinati il governo ha appena annunciato un blocco generale, un vero e proprio lockdown di almeno 2 settimane per tutti in vigore dal 22 novembre e il vaccino obbligatorio da febbraio. Anche la Slovacchia ha annunciato un lockdown per non vaccinati per 3 settimane. Solo i vaccinati potranno entrare nei ristoranti, bar, negozi, palestre e centri commerciali. In Irlanda invece è scattato il coprifuoco a mezzanotte nei bar e ristoranti e il premier Micheal Martin ha annunciato delle misure per “ridurre la socializzazione” fino ad arrivare a lockdown per non vaccinati.

In Repubblica Ceca i non vaccinati da lunedì 22 novembre saranno esclusi da ristoranti ed eventi pubblici, quindi solo chi si vaccina potrà accedere a tutti questi luoghi. Nuove restrizioni anche in Belgio, dove torna la mascherina al chiuso, il telelavoro obbligatorio per quattro giorni a settimana, terza dose per tutti da adesso e il Covid safe ticket plus nei ristoranti ossia Green Pass con l’obbligo della mascherina e discoteche accessibili con Green Pass e tampone.

In Olanda è già in vigore un lockdown parziale con chiusura dei bar e ristoranti alle 20 e negozi alle ore 18. In Svezia da dicembre sarà obbligatorio il Green Pass per partecipare agli eventi al chiuso mentre in Croazia è obbligatorio il certificato Covid europeo per i dipendenti pubblici. In Francia, infine, resta in vigore la nuova regola della terza dose agli over 65 e del pass rinnovato solo a chi fa la terza dose.

Vedi anche: Quarta ondata covid, ipotesi shopping di Natale con ingressi contingentati anche nei mercatini

Argomenti: ,