Quanto costeranno benzina e diesel ad agosto dopo addio sconto taglia accise: rischio stangata prezzi

Prezzi benzina e diesel ad agosto, rischio stangata senza lo sconto di 30 centesimi.

di , pubblicato il
Prezzi benzina e diesel sconto taglia accise

Quanto costeranno benzina e diesel ad agosto dopo la scadenza dello sconto taglia accise? Il governo di recente ha deciso di prorogare fino al 2 agosto lo sconto di 30 centesimi al litro, che in parte riesce a salvare l’estate degli italiani alle prese con i rincari di autostrade, telepass, spiagge e vacanze.

Prezzi benzina e diesel ad agosto, rischio stangata senza lo sconto di 30 centesimi

Dopo questa data non è chiaro che cosa accadrà e senza lo sconto il prezzo del carburante potrebbe arrivare a cifre molto alte costringendo le persone a sborsare quasi 100 euro per un pieno. Infatti, senza i 30 centesimi di sconto, il prezzo della benzina e del diesel dovrebbe superare 2,50 euro. Tutto dipenderà dai listini del momento ma le probabilità di prezzi molto alti non sono affatto da escludere.

In tutto ciò, quanto costano ad oggi la benzina e il diesel? Va detto che negli ultimi giorni i prezzi sono scesi leggermente ma purtroppo i cambiamenti repentini non permettono di sperare al meglio. Negli ultimi giorni, Eni ha ridotto di 2,5 centesimi la benzina e 3,5 centesimi il diesel, Q8 di 2 centesimi e Tamoil di 2 centesimi il solo diesel. Secondo i dati del Quotidiano Energia dei dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self è di circa 2.070 cent mentre il diesel al self è a 2,036. Prezzo che al servito sale a 2,207 euro/litro, per la benzina e 2,177 euro/litro per il diesel.

Un pieno potrebbe costare molto di più, rischio vacanze carissime

Più o meno, quindi, i prezzi di benzina e diesel rimangono gli stessi con qualche aggiustamento settimanale e tutto ciò con lo sconto attivo.

Dopo il 2 agosto, senza lo sconto, i prezzi torneranno a salire e quindi potrebbero toccare anche 2.4 e 2.5 al litro con conseguenze pesanti per gli automobilisti che proprio in quel periodo si metteranno in viaggio per le ferie estive e saranno obbligati a spostarsi maggiormente in auto.

Di stangata sulle vacanze avevano già parlato anche le associazioni dei consumatori che avevano fatto notare che rispetto al 2021 un litro di benzina costa oltre 1/4 in più e quindi per un pieno di benzina si andrà a spendere almeno 22 euro in più e per il diesel fino a 27 euro in più, che su base annua significa 540 euro in più per il carburante.

Argomenti: ,