Quanto aspettare per fare il vaccino? Questo sito te lo dice

Omnicalculator: il portale che aiuta a capire quando sarà il proprio turno per il vaccino anti-Covid.

di , pubblicato il
Effetti covid cervello

La somministrazione del vaccino prosegue in tutto il mondo seppur con qualche intoppo. In questi giorni, infatti, Astrazeneca ha comunicato che prevede di fornire nel secondo trimestre dell’anno alla Ue meno della metà delle dosi di vaccino anti-Covid previste rispetto a quanto aveva precedentemente concordato. In molti si stanno quindi chiedendo quando potranno vaccinarsi ed in risposta a tale domanda arriva in aiuto un nuovo portale che cerca di dare una risposta indicativa.

Omnicalculator: il portale che aiuta a capire

Omnicalculator .com è il portale che darà una mano a capire quando potrebbe arrivare il proprio turno per vaccinarsi. Esso stima quanto persone ci sono davanti a noi nella coda per il vaccino Covid-19 basandosi sull’elenco delle priorità stabilite dal Governo.

La prima fase come tutti sanno riguarda solo gli operatori sanitari e sociosanitari, gli ospiti e personale delle RSA e coloro che hanno dagli 80 anni in su. Le fase 2, invece, è distinta in sei categorie, eccole:

  • 1-coloro che sono più vulnerabili e che hanno una delle seguenti patologie: grave obesità, sindrome di down, malattie respiratorie e/o cardiocircolatorie, condizioni neurologiche e disabilità, fibrosi cistica, patologia o insufficienza renale, malattie autoimmuni/immunodeficienze primitive, malattie epatiche, malattie cerebrovascolari, diabete o endocrinopatie severe, patologia oncologica o emoglobinopatie, e trapianto di organo solido,
  • 2-persone di età compresa tra 75 e 79 anni,
  • 3-persone di età compresa tra i 70-74 anni,
  • 4-chi ha un aumentato rischio clinico se infettate da Covid-19 di età compresa tra 16-69 anni,
  • 5-chi ha un’età compresa tra i 55 e i 69 anni senza condizioni che aumentano il rischio clinico ed infine
  • 6-persone di età compresa tra i 18-54 anni senza condizioni che aumentano il rischio clinico.

Come usare il calcolatore

Per usare il calcolatore è necessario inserire la propria età e poi comunicare (Si/No) se si è operatore sanitario o socio-sanitario. Si deve poi indicare se si è ospiti o lavoratore Rsa (Si/No), se si è incinte, se si è una persona vulnerabile in base alle patologie della prima categoria, se si è a rischio clinico aumentato e se si è un lavoratore di servizi essenziali.

Rispondendo a queste domande si avrà una stima del numero massimo e minimo delle persone che ci sono davanti a noi in coda per il vaccino. Il risultato indicherà anche il tempo che potrebbe volerci prima che si ricevano entrambe le dosi. Il calcolo usa un tasso di vaccinazione basato sul piano nazionale uguale a 14 milioni di dosi nei primi tre mesi del 2021 considerando che il 70,79% delle persone si farà vaccinare.

Ecco un esempio di calcolo: inserendo l’età di 40 anni e rispondendo sempre No alle domande si stima che per tale profilo ci sono in fila prima di noi tra le ci sono tra 21.227.196 e 34.577.605. Considerando il tasso di vaccinazione pari a 1.166.000 a settimana e il tasso di copertura vaccinale pari a 70.8%, si dovrebbe ricevere il vaccino tra 6 novembre 2021 e il 15 aprile 2022. A questa categoria potrebbe essere somministrato il vaccino Astrazeneca per cui si potrebbe ricevere la dose anche prima a seconda della disponibilità.

Potrebbe interessarti anche: Viaggi gratis con Uber per fare il vaccino, ecco come riscattare la promozione

[email protected]

Argomenti: ,