Quante calorie consumi dormendo? Si può arrivare a circa 400, ma solo se hai alcune caratteristiche

Forse non sapevi che anche dormendo si bruciano un bel po’ di calorie: tutto è connesso con lo stile di vita. Ecco tutto quello che occorre sapere.

di , pubblicato il
Forse non sapevi che anche dormendo si bruciano un bel po’ di calorie: tutto è connesso con lo stile di vita. Ecco tutto quello che occorre sapere.

Non sappiamo se vi siete mai chiesti quante calorie si consumano quando si è comodamente sdraiati nel proprio letto a dormire.

È chiaro che bruciare calorie sia di solito associato all’attività fisica e, in generale, al movimento: eppure occorre sapere che il nostro corpo è sempre in attività, anche quando apparentemente si trova in stato di riposo.

Quando dormiamo, infatti, il nostro organismo si dedica ad attività molto importanti: la crescita delle cellule e la riparazione delle cellule. Si tratta di processi che implicano l’utilizzazione di energia accumulata durante la giornata.

Ed è per questo che si consumano un bel po’ di calorie anche quando si dorme. Ma quante? Quali sono le condizioni? Che differenza c’è tra i differenti corpi e organismi?

Tutto quello che occorre sapere sul consumo di calorie quando dormiamo – una premessa

È opportuno fare una premessa: il calcolo di quante calorie si bruciano durante il sonno notturno è estremamente soggettivo e concerne una serie di caratteristiche che attengono allo stile di vita.

Dunque, dobbiamo dire immediatamente che è sempre opportuno seguire una alimentazione corretta, ricca di verdure, frutta e acqua. Importante anche praticare attività fisica o sportiva in maniera tale da mantenere un corretto ritmo di vita. Inoltre sono sconsigliati gli abusi di bevande alcoliche, di junk food (cibo spazzatura), e ovviamente fumo.

Cosa c’entra tutto questo con le calorie bruciate di notte? Serve innanzitutto ad accelerare il metabolismo e a migliorare la digestione.

Come “calcolare” il consumo di calorie mentre stai dormendo

Quando dormiamo – attività fondamentale il cui tempo non dovrebbe mai essere inferiore a 6 ore e dovrebbe attestarsi intorno alle 8 ore – il nostro corpo consuma energia nel produrre e riparare le cellule.

Questa attività – che ovviamente brucia calorie – avviene soprattutto durante la fase REM, quando il cervello è molto attivo e si dedica alla “pulizia” di tutte le informazioni accumulate durante la giornata e che possono essere eliminate. Si tratta del momento in cui si producono i sogni.

Quando siamo in fase REM la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca aumentano e questo produce un consumo di calorie. Ma in realtà a “lavorare” non è solo il cervello, anche gli altri organi entrano in attività: il fegato, per fare un esempio, si dedica ai processi di digestione e metabolizzazione dell’ultimo pasto.

Quanto incidono sul dispendio di calorie tutte queste attività silenziose? Il calcolo varia a seconda di una serie di fattori: innanzitutto, la salute stessa degli organi, ma poi anche il metabolismo, il peso corporeo, la durata del sonno e la pressione del sangue.

Facciamo, allora, un esempio: prendiamo una persona che pesa 60 kg e dorme circa 8 ore a notte (si tratta della quantità auspicabile). Le calorie che solitamente si consumano in un’ora dormendo sono 0,84 per ogni chilogrammo di peso. Nel nostro esempio significa circa 50 calorie all’ora e circa 400 calorie al risveglio.

Potrebbe interessarti: Prendere sonno in 2 minuti, il trucco dei militari USA

[email protected]

Argomenti: ,