Processo Depp Heard, dove ha perso Amber e perché Johnny vincerà?

Tutto pronto per la sentenza, secondo indiscrezioni il Processo Depp Heard finirà come tutti pensano. Ecco perché.

di , pubblicato il
Johnny Depp

Siamo alle battute conclusive del processo Depp Heard, ormai si attende soltanto il verdetto e la sentenza. Domani, martedì 31 maggio i giurati si riuniscono per decidere il verdetto, o almeno queste sono le indiscrezioni. Si arriverà all’unanimità oppure verrà ancora rimandato? Ma intanto il vincitore sembra già certo.

Processo Depp Heard, ci siamo

È stato il processo che ha infiammato il gossip, l’opinione pubblica si è schierata ormai da tempo e secondo indiscrezioni anche la giuria emetterà il medesimo verdetto del web, anche se non c’è alcuna certezza in merito e tutto può ancora succedere. A dispetto di un possibile colpo di scena, la vittoria dovrebbe essere di Johnny Depp. Ma dove ha perso la causa la sua ex moglie Amber Heard?

Secondo gli esperti la sua difesa è stata nettamente inferiore. Il suo team di avvocati si sarebbe dimostrato inferiore a quello di Depp, ma anche la strategia interpretativa dell’attrice avrebbe fatto buchi da tutte le parti. Se osserviamo infatti la sua deposizione, notiamo che nei primi incontri la Heard ha pianto molto, ricordando gli episodi degli abusi. Quando poi è arrivato il parere negativo dell’opinione pubblica, allora ha cambiato strategia, mostrandosi fredda e spesso nervosa. Ciò ha fatto pensare a una semplice recitazione da parte sua, quindi che fosse tutto falso.

Processo Depp Heard, le prove

Stando alle prove portate in tribunale, ancora scarseggiano documentazioni inoppugnabili dei maltrattamenti subiti. Ci sono le foto del suo volto livido, ma non uno straccio di referto medico. Inoltre, l’attrice ha anche cambiato la data della prima violenza subita, cosa che ha innervosito non poco il giudice del processo. Insomma, ad un passo dal verdetto, sembra proprio che lui abbia giocato al meglio tutte le carte, mentre lei è sembrata anche sfiduciata nei confronti dei suoi stessi avvocati.

Ora non ci resta che attendere come finirà questa vicenda.

Argomenti: