Prezzi benzina e diesel, governo proroga ancora il taglio accise, ecco fino a quando il carburante costerà meno

Prezzi benzina e diesel, governo proroga ancora il taglio accise e lo sconto di 25 centesimi al litro.

di , pubblicato il
Prezzi benzina e diesel e taglio accise benzina

Per evitare una stangata per gli automobilisti, il governo ha pensato di prorogare ancora il taglio delle accise che permette di avere prezzi della benzina e del diesel certamente più bassi. Per adesso lo sconto di 25 cent è valido fino al 2 maggio ma quasi sicuramente potrebbe essere prorogato anche dopo. Si parla di arrivare almeno fino all’estate, una notizia che fa certamente piacere a chi deve usare molto l’automobile. Ma vediamo di seguito le ultime notizie in merito al taglio accise e la nuova proroga.

Prezzi benzina e diesel, governo proroga ancora il taglio accise

Il taglio delle accise di 25 centesimi al litro inizialmente doveva rimanere valido fino al 21 aprile, poi il governo aveva deciso di prorogare di altri 10 giorni, quindi fino al 2 maggio, anche in vista delle vacanze di Pasqua e dei ponti del 25 aprile e 1 maggio. Le ultime notizie parlando di una ulteriore proroga anche dopo il 2 maggio, per evitare che dopo quella data il carburante torni a costare sopra i 2 euro come a marzo, con tutte le conseguenze del caso per chi è costretto ad usare l’auto ogni giorno.

Sconto sui prezzi del carburante fino a luglio

Secondo quanto riporta Agi, il governo avrebbe tutta l’intenzione di prorogare ancora lo sconto per tutto maggio e anche giugno. Quindi altri due mesi, in cui grazie allo sconto di 25 cent e l’Iva, benzina e diesel costano 20,5 cent in meno al litro. L’eventuale proroga verrebbe finanziata attraverso gli extra-profitti incassati dallo Stato nei primi mesi del 2022 dopo gli aumenti del carburante. Quindi gli automobilisti potranno approfittare del prezzo più basso ancora per tutto maggio e giugno.

Che cosa accadrà da luglio in poi è un mistero. Il governo potrebbe decidere di fare una ulteriore proroga estiva oppure bisognerà vedere come si muoverà il mercato nelle prossime settimane e da lì decidere per altri interventi in modo da evitare nuovi salassi per le famiglie. Attualmente, la benzina ha un costo medio, in base ai dati forniti il 15 aprile da Quotidiano Energia sulle cifre dell’Osservaprezzi del Mise di 1,767 euro al litro per la modalità self, 1,759 euro al litro per il diesel. Per il servito si va dalla benzina a 1,911 euro al litro e il diesel servito si arriva a 1,904.

Argomenti: ,