'Pizze italiane più costose al mondo, al primo posto prelibatezza da record

Pizze italiane più costose al mondo, al primo posto una prelibatezza per pochissimi eletti

Ecco la classifica con le pizze più costose al mondo.

di , pubblicato il
Pizze più costose

Quanto sono buone le pizze, un alimento tutto italiano che però ha superato da tanto tempo i confini nazionali divenendo uno dei piatti più amati al mondo. Ma quali sono le pizze italiane più costose di sempre? Ecco la classifica con la top ten.

Classifica pizze più costose al mondo

Benché la classifica seguente si riferisce a pizze che vengono prodotte in diverse parti del mondo, possiamo dire che si tratta comunque di tutte produzioni in qualche modo italianissime, poiché in fondigli autori di tali prelibatezze, anche se originari di New York o di Toronto, sono comunque di origini nostrane. Non mancano comunque alcune interessanti eccezioni, come ad esempio quella prodotta a Glasgow. Ad ogni modo, per la prima classificata non ci sono dubbi, parliamo di una pizza italianissima, ma non perdiamoci in troppe ciance, ecco la top ten.

PIZZA KOBE BEEF STEAK (72 dollari) catena Domino’s
PIZZA MAGIC GOLD (108 dollari) Toronto, Canada
PIZZA ARAGOSTA E TARTUFO (125 dollari) Dubai
PIZZA TRIPLE MILLEFEUILLE (140 dollari) catena Donino’s
PIZZA C6 (450 dollari) Richmond, Canada
PIZZA DEL NINO’S BELLISSIMA (1.000 dollari) New York
PIZZA “LA PIÙ COSTOSA DEL MONDO” (2.400 dollari) Valletta, Malta
PIZZA ROYALE 007 (4.200 dollari) Glasgow, Regno Unito
PIZZA DELLA CASA DEL FAVITTA’S FAMILY (8.200 dollari) New York
PIZZA LUIGI XIII (12.000 dollari) Agropoli (SA) Italia

Pizze più costose, il podio

Come consuetudine andiamo a vedere la top 3 nel dettaglio. Sul podio al terzo posto troviamo la Royale 007 di Glasgow. Come mai costa così tanto? Prodotta dallo chef scozzese di origine italiana Domenico Crolla come omaggio ai film di James Bond. È ricoperta di aragosta e cosparsa di scaglie d’oro di 24 carati commestibili. Al secondo posto invece abbiamo la la “Pizza della Casa” del Favitta’s Family.

È detta anche pizza degli innamorati, visto che è stata lanciata per la prima volta il giorno di San Valentino. A far salire il prezzo in questo caso non sono soltanto gli ingredienti, ma soprattutto il fatto che viene servita con una decorazione di diamanti (e una bottiglia di Dom Perignon.

Passiamo al primo posto, stiamo parlando della mastodontica Luigi XIII. È una pizza servita ad Agropoli dal noto pizzaiolo Renato Villa. Viene fatta solo su ordinazione e consegnata a domicilio con tanto di posate esclusive in tiratura limitata. Tra gli ingredienti ci sono Mozzarella di Bufala Campana bio Dop, gamberoni rossi di Acciaroli, aragoste di Palinuro, cicale del Mediterraneo, sale rosa australiano Murray River e tre pregiate varietà di caviale.

Potrebbe interessarti anche Le spiagge più belle d’Europa, al primo posto c’è un’italiana, la top 20 nel mondo

Argomenti: