Perché il diritto all’aborto è a rischio negli Stati Uniti e non solo, mistero sull’autenticità di una bozza

Diritto all'aborto Stati Uniti, la bozza che fa temere come la Corte Suprema vuole annullare la legge del 1973.

di , pubblicato il
Diritto aborto Stati Uniti

Il diritto all’aborto negli Stati Uniti è a rischio. La Corte Suprema vuole annullare la legge del 1973 che garantisce appunto il diritto all’aborto. A riferire la notizia, è Politico che ha avuto in esclusiva una bozza scritta dal giudice Samuel Alito. Nel documento si fa riferimento alla sentenza Roe vs Wade. I giudici Clarence Thomas, Neil Gorsuch, Brett Kavanaugh e Amy Coney Barrett hanno votato per abolire il diritto all’aborto mentre i giudici democratici Stephen Breyer, Sonia Sotomayor e Elena Kagan stanno lavorando per una controbozza.

Diritto all’aborto Stati Uniti, la bozza che fa temere come la Corte Suprema vuole annullare la legge del 1973

Nel documento che cita Politico, si legge: “È tempo di dare ascolto alla Costituzione e restituire la questione dell’aborto ai rappresentanti eletti del popolo”.
Alla notizia che i giudici repubblicani vorrebbero votare contro il diritto all’aborto negli Stati Uniti, è intervenuta anche la speaker della Camera, Nancy Pelosi:

“Molti di questi giudici conservatori, che non devono rendere conto al popolo americano, hanno mentito al Senato degli Stati Uniti e stracciato la costituzione. Se le notizie sono corrette, la Corte suprema è pronta a infliggere la più grande restrizione dei diritti degli ultimi 50 anni, non solo alle donne ma a tutti gli americani”

Non è chiaro se la bozza sia o meno autentica

Anche il presidente Joe Biden si è espresso in merito e ha specificato che spetta al popolo difendere il diritto all’aborto, ricordando anche che non è chiaro se la bozza sia o meno autentica e ricorda anche l’ordine alla Casa Bianca di: “preparare opzioni per una risposta dell’amministrazione ai continui attacchi ai diritti riproduttivi e d’aborto, sotto una varietà di possibili esiti dei casi pendenti di fronte alla Corte Suprema”.

La notizia ha fatto il giro del paese e nella notte migliaia di persone hanno protestato davanti alla Corte Suprema americana.

Per la giornata di oggi sono previste altre manifestazioni, mentre il presidente ha annunciato un comunicato della Casa Bianca.

A dire la sua sulla questione, c’è anche Bill Gates, che ha parlato di notizia scioccante: “Capovolgere la Roe v. Wade”, la storica sentenza che ha legalizzato l’aborto negli Stati Uniti ci riporta indietro di 50 anni e avrà un impatto smisurato sulle donne più deboli nella società” ha detto il magnate, che solo pochi giorni era tornato ad esprimersi sul Covid-19.

Argomenti: ,