'Pandemia Covid con variante Omicron apre le porte a questo scenario

Pandemia Covid con variante Omicron apre le porte a questo scenario mai sperimentato

Pandemia Covid con variante Omicron, la fine sembra essere vicina secondo OMS.

di , pubblicato il
Variante omicron 5

La fine della pandemia di Covid-19 potrebbe essere vicina secondo l’OMS, che ha parlato di tregua.

Pandemia Covid con variante Omicron, la fine sembra essere vicina secondo OMS

Secondo la nota organizzazione, dopo due anni dall’inizio della pandemia, ora l’Europa potrebbe vedere un lungo periodo di tranquillità, grazie all’alto tasso di vaccinazione e la variante Omicron che sembra provocare sintomi più lievi. Secondo il direttore dell’Oms Europa Hans Kluge: “Questo contesto, che non abbiamo mai sperimentato finora in questa pandemia, ci dà la possibilità di un lungo periodo di tranquillità. Questo periodo di maggiore protezione può essere considerato come una sorta di tregua che potrebbe portare ad una pace duratura”.

Ad avere un peso sulla possibile fine della pandemia è anche l’inverno che sta volgendo al termine. Durante un’intervista al #WorldCancerDay, Kluge ha parlato anche di vaccini che dovrebbero essere disponibili per tutti, sottolineando l’impatto catastrofico che la pandemia ha avuto sulle persone affette da cancro: “Negli ultimi due anni lo screening, la diagnosi e il trattamento dei tumori hanno sofferto in un modo senza precedenti poiché i servizi sanitari hanno lottato per rispondere all’emergenza sanitaria” ha detto ancora il direttore Oms basandosi sull’ultimo Global Pulse Survey, che indica come negli ultimi tre mesi del 2021 lo screening, il trattamento e la cura del cancro hanno subito uno stop tra il 5% e il 50%. Dopo due anni di pandemia, il personale sanitario è esausto.

Normalità a partire dal 31 marzo?

La fine della pandemia, insomma, potrebbe essere molto vicina e già da marzo si inizierà a vedere la luce, basti vedere che in Italia lo stato d’emergenza terminerà il 31 marzo e ad oggi non c’è nessuna intenzione di prolungarlo.

Le prossime settimane saranno fondamentali per capire da che parte si andrà e se davvero le parole dell’OMS lasciano intravedere una sorta di speranza.

Vedi anche: Discoteche, mascherine, stato d’emergenza: il calendario delle riaperture

Argomenti: ,