Ondata di caldo africano a luglio senza tregua, a rischio la fertilità degli uomini? Ecco lo studio

Ondata di caldo africano a luglio, a rischio la fertilità degli uomini secondo studio.

di , pubblicato il
Quanto durerà caldo record ondata di calore

Continua l’ondata di calore in Italia a causa di Caronte che sta portando a temperature estreme e anomale, di almeno 7 gradi sopra la media. Per il weekend l’ondata di caldo non andrà affatto meglio, anzi tenderà a peggiorare con nuove punte di oltre 40 gradi su alcune zone. E mentre si attende la fine del caldo africano, che a quanto pare potrebbe arrivare solo dopo il 7 luglio, una nuova ricerca dell’Università di Padova ha messo in luce che il caldo eccessivo mette a rischio la fertilità degli uomini. La causa è un gene attivato dall’innalzamento della temperatura che è in grado di alterare la produzione degli spermatozoi fino a causare lo sviluppo del tumore ai testicoli.

Ondata di caldo africano a luglio, a rischio la fertilità degli uomini secondo studio

La nuova ricerca è stata coordinata da Carlo Foresta, professore ordinario e ricercatore senior dell’Università di Padova, in collaborazione con Alberto Ferlin, direttore dell’unità operativa complessa di andrologia e medicina della riproduzione a Padova. Lo studio ha evidenziato che il gene E2F1 e le sue alterazioni causano una maggiore predisposizione all’infertilità, alla discesa del testicolo alla nascita e al tumore del testicolo e che la temperatura sembra avere un ruolo non indifferente.

Basti ricordare che nel 2015 negli Usa, dopo un’ondata di calore ci fu un decremento delle nascite del 2,6%. Sembra che già temperature medie di 27 gradi possano causare danni in tal senso. E proprio dalla Fondazione Foresta arrivano anche dei consigli per evitare gli effetti del caldo:

“Non dimentichiamoci che i risultati delle nostre ricerche inducono anche ad ipotizzare che l’aumento del tumore del testicolo e la riduzione sempre più evidente di spermatozoi degli uomini possa essere associata anche ad un incremento della temperatura, anche quella ambientale, che potrebbe agire proprio stimolando l’espressione di questo gene”

Si va quindi dai lavaggi con acqua fresca, l’utilizzo di indumenti intimi in fibre naturali che fanno traspirare il calore, eliminare alcol e fumo e mantenersi idratati costantemente.

Caldo anomalo ancora fino al 7 luglio, weekend con nuova afa

Nel frattempo, sul fronte meteo gli esperti avvertono che fino al 7 luglio l’ondata di caldo non si smorzerà e solo dopo questa data le temperature potrebbero iniziare a scendere ma in agguato potrebbero esserci nuove ondate.

Argomenti: , ,