Omicron 5, la variante covid Ba.5 è al 13% anche in Italia, si teme il pieno di casi entro l’estate

Variante Omicron 5, si sta rapidamente diffondendo anche in Italia.

di , pubblicato il
Variante Omicron 5 Italia

La variante Omicron 5 è arrivata anche in Italia e secondo i dati calcolati dal Ceinge Biotecnologie avanzate, sulla base delle sequenze genetiche depositate dall’Italia nella banca dati internazionale Gisaid, sarebbe stimata ad almeno 13%. A maggio, l’Istituto Superiore di Sanità aveva segnalato una diffusione allo 0,41% mentre i dati attuali parlano di una presenza di almeno il 13%.

Variante Omicron 5, si sta rapidamente diffondendo anche in Italia

Guardando al Portogallo, dove nelle ultime settimane c’è stato un vero e proprio boom di contagi, con la Omicron 5 che potrebbe essere diventata dominante in poche settimane, l’Italia presenta dati in media rispetto agli altri paesi. Secondo Angelo Boccia del Ceinge Biotecnologie avanzate:

«Sebbene inficiato da un elevato grado di incertezza a causa del basso numero di sequenze depositate in Gisaid, il dato italiano appare simile a quello osservato a livello globale. In particolare, in Italia, la forma BA.5, appare in sensibile aumento, arrivando a rappresentare una frazione pari a circa il 13% del totale delle sequenze pubblicate in Gisaid nelle ultime due settimane».

Nel mondo la diffusione della variante Omicron 5 si attesta intorno al 20%. In Italia, le 67 sequenze classificate come BA.5 si trovano in Umbria, Lombardia ed Emilia Romagna e l’OMS l’ha inserita tra le varianti che destano preoccupazione e che possono diffondersi maggiormente a causa della facilità con cui eludono i vaccini.

Si attendono i nuovi dati dell’ISS

Da maggio, insomma, quando Omicron 5 rappresentava in Italia lo 0,41% ci troviamo a giugno con una percentuale del 13%. Ecco perché gli esperti pensano che in autunno possa arrivare una nuova ondata. Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, intervenuto a “Radio anch’io” su Rai Radio1 ha parlato di richiamo annuale del vaccino e dell’arrivo di un vaccino ambivalente aggiornato anche per Omicron.

Presumibilmente da settembre si parlerà di quarta dose per tutta la popolazione. Nel frattempo si attendono i dati aggiornati della nuova survey dell’ISS che farà luce sulla diffusione della variante Omicron 5 in Italia e la situazione in Europa, anche in vista delle vacanze estive.

Argomenti: , ,