Nuovo decreto Super Green Pass e durata dei tamponi, cosa cambia in concreto e da quando: il piano salva Natale

Nuovo decreto Super Green pass in arrivo in zona bianca e zona gialla.

di , pubblicato il
Super Green Pass

C’è grande attesa per il nuovo decreto Super Green Pass che potrebbe già diventare realtà con l’approvazione in giornata. L’intenzione del Governo, infatti, è quella di attuare un piano salva Natale e premiare chi ha scelto di vaccinarsi. Intanto,
I presidenti delle Regioni Liguria, Friuli Venezia Giulia e Veneto hanno chiesto al governo il ripristino dei controlli alle frontiere, con i tamponi agli aeroporti.

Nuovo decreto Super Green pass in arrivo in zona bianca e zona gialla dal 29 novembre

Il Super Green Pass, che dovrebbe partire da lunedì 29 novembre se tutto andrà bene, permetterà ai vaccinati e guariti dal Covid-19 di frequentare le attività ricreative, quindi entrare nei ristoranti, bar, cinema, palestre, teatri, discoteche, locali mentre per i no-vax non sarà più possibile con il solo tampone. Intanto, Draghi ata accelerando anche sull’obbligo della terza dose per le forze dell’ordine e i docenti, decisione che dovrebbe arrivare a breve.

Per quanto riguarda il Super Green Pass, l’obiettivo è evitare le chiusure di Natale a causa del netto rialzo dei contagi, il Governo pensa di premiare chi ha scelto di immunizzarsi ed escludere chi non ha voluto fare il vaccino. L’impianto sembra già pronto ma bisogna decidere se far valere le regole già in zona bianca o solo in zona gialla e arancione e rossa. Per alcuni Governatori, infatti, il Supergreen pass dovrebbe già valere in zona bianca per altri i divieti dovrebbero scattare in zona gialla.

Di fatto i no-vax potranno solo andare a lavoro con il tampone mentre non potranno frequentare bar, ristoranti, cinema, teatri, stadi e palazzetti sportivi, piscine e palestre, impianti sciistici, discoteche e sale gioco ma si pensa di imporre restrizioni anche per gli hotel.

In zona gialla, invece, chiuderebbero le discoteche per questo motivo i gestori sono pronti a chiedere la revisione delle regole.

Tamponi da 48 a 24 ore

Le nuove misure non dovrebbero valere per i trasporti, quindi treni, aerei e navi per cui basterà ancora il tampone per salire.
In ballo c’è anche l’obbligo vaccinale generalizzato, che però non sembra praticabile al momento mentre c’è quasi certezza per quanto riguarda la validità del Green Pass che passa da 12 mesi a 9 mesi mentre la terza dose si potrà fare già dopo 5 mesi. Semi certezze anche in merito al tampone che durerà non più 72 ore per quello molecolare ma 48 ore mentre l’antigenico da 48 ore passerà a 24 ore. Potrebbero anche tornare le mascherine all’aperto.

Vedi anche: Super green pass senza tampone anche in zona bianca e mascherina all’aperto, ultime ipotesi

Argomenti: ,