Nuove varianti Covid emergenti e potenzialmente pericolose, come si scoprono e si identificano

Come identificare le diverse varianti del Covid? Arriva lo studio tutto italiano che approfondisce i differenti gruppi.

di , pubblicato il
Covid single

Quali sono le varianti del Covid, ma soprattutto come fare per identificarle tutte? Ora nasce il metodo, tutto italiano, per identificarle tutte, grazie all’analisi del comportamento del virus.

Nuove varianti Covid, come identificarle

Identificare le varie varianti Covid è il sistema migliore per riconoscerle e quindi difendersi e combatterle. Ma come fare per identificare le tante varianti già ormai disponibili? In Italia è mate in vero e proprio metodo scientifico che permette di fare tutto ciò. È stato di recente pubblicato sull’International Journal of Molecular Sciences dal gruppo di Massimo Zollo e si avvale delle tecnologie più avanzate del Ceinge-Biotecnologie.

Intervistato, Zollo ha dichiarato: “L’obiettivo di questa ricerca era trovare un metodo per identificare varianti o clades emergenti. In questo modo diventa possibile anticipare quali virus potranno diventare VOC”. Per VOC si intende Variante of Concern. L’analisi pè partita dai gruppi di virus simili che erano in circolazione a gennaio dello scorso anno. Se ne sono identificati ben 18. Ecco come ha proseguito il genetista: “a mano a mano che aumentavano le restrizioni tese a limitare la circolazione del virus, nell’agosto dello stesso anno il numero si è ridotto a 7”.

Nuove varianti Covid, la parola alla scienza

Più il virus circola, più le varianti proliferano. Questo quindi il dato emerso dall’analisi e dallo studio di queste varianti. Ecco perché è comunque un problema il fatto che il virus non riesca ad essere definitivamente debellato. Finché infatti ci sarà, rimarrà la possibilità di una nuova variante molto più aggressiva, e ciò significa che da un momento all’altro potrebbe tornare l’incubo del Covid.

Potrebbe interessarti anche Quarta dose vaccino aggiornato: ecco chi e quando bisognerà farlo

Argomenti: