'Nuove varianti coronavirus e mascherina di stoffa: davvero non funziona?

Nuove varianti coronavirus e mascherina di stoffa: davvero non funziona?

In Germania e Austria vietate le mascherine di stoffa perché meno efficaci.

di , pubblicato il
Epidemia x

La mascherina di stoffa non funziona contro il coronavirus? A far dubitare dell’efficacia della nota mascherina di stoffa, che è tra le più usate dalle persone insieme a quella chirurgica per proteggersi dal virus, sono state le autorità sanitarie in Francia e Germania, che hanno imposto l’uso delle mascherina FFP2 o quelle chirurgiche. 

Paura per le nuove varianti

In particolare, sembra che le mascherine di stoffa non forniscano una protezione adeguata contro le nuove varianti brasiliane, inglesi e sudafricane, molto più contagiose del virus originario. È per questo motivo che in Germania le autorità hanno imposto l’uso delle mascherine progettate e testate per filtrare gli agenti inquinanti nell’aria. Quelle FFP2 o KN95 infatti riescono a bloccare fino al 95% delle goccioline che trasportano il virus. 

Per questo motivo sono state vietate anche le mascherine di stoffa in Germania e imposto che gli abitanti utilizzino solo quelle tipo KN95 e FFP2 sui mezzi pubblici, negozi, supermercati, al prezzo unitario di 1,50 l’una. Le mascherine di stoffa non saranno più ammesse sui mezzi pubblici e nei negozi. Una misura seguita anche in Austria, dove sui mezzi pubblici e nei supermercati sono ammesse solo quelle facciali filtranti. 

Mascherine di stoffa meno efficaci

In Francia, invece, si è deciso di raddoppiare il distanziamento sociale e si sta anche discutendo in merito alle mascherine di stoffa, che appunto sarebbero meno efficaci contro le nuove varianti. Per questo le autorità francesi hanno fatto sapere che: 

Non neghiamo l’uso di maschere che è stato fatto finora. Dal momento che non abbiamo nuove armi contro queste varianti, l’unica cosa che possiamo fare è migliorare quelle che già abbiamo.

Vedremo se anche in Italia arriverà prima o poi questa nuova imposizione che vieta l’uso delle mascherine artigianali a favore di quelle più protettive, ma anche più costose. Durante la prima ondata, infatti, il prezzo delle mascherine FFP2 era anche di 5-6 euro l’una, attualmente, invece, si trovano anche a 1,50 euro. 

Vedi anche: Arriva il tessuto che neutralizza batteri e virus come i Coronavirus

[email protected]

Argomenti: ,