'No vax in galera, la provocazione estrema del filosofo Galimberti

No vax in galera, la provocazione estrema del filosofo Galimberti

Duro attacco in tv da parte di Galimberti, i no vax fanno reato penale, il filosofo arriva a chiedere addirittura la galera.

di , pubblicato il
Nuovo vaccino covid quarta dose

Stavolta è Umberto Galimberti a parlare in tv, nel programma di La7 In Onda si scaglia nuovamente contro i no vax e parla di reato penale. Non offrire il braccio alla patria dovrebbe essere reato, in pratica chi non si vaccina andrebbe messo in galera.

No vax in galera, lo scontro in tv

Dopo Cacciari e Agamben che si sono scagliati contro il Green Pass e le sue regole discriminatorie, un altro intellettuale prende la posizione opposta. Non è la prima volta che Galimberti attacca i no vax e prende posizioni nette contro coloro che non si sono vaccinati, ma stavolta lo fa alzando ulteriormente la posta e affermando senza mezzi termini che tale posizione dovrebbe essere considerata un vero e proprio reato.

Ecco le parole del filosofo in tv: “Fin dall’inizio dico che l’obbligo vaccinale doveva essere esteso. Si è discusso moltissimo sui no-vax e sui sì-vax, non se non è una questione di differenza di opinioni. Il fatto è che i no vax infettano, lo vogliamo capire o no? Hanno una responsabilità sociale enorme e non può essere la loro convinzione mentale a consentire loro di infettare il resto della società e costringerla ad una vita claustrale perché loro perché la pensano diversamente. No non è possibile questo. Obbligo vaccinale”.

No vax, l’assist di Parenzo

È Parenzo a dire il vero e fornire l’assist concettuale a Galimberti, quello che riassume la definizione e lancia la provocazione finale che sta suscitando scalpore. Il giornalista infatti, dopo l’intervento, gli chiede se a questo punto non vaccinarsi dovrebbe essere considerato reato, e Galimberti immediatamente risponde: “perché no?”. Naturalmente, questa soluzione potrebbe essere presa solo nel momento in cui dovesse arrivare davvero l’obbligo vaccinale, diversamente la scelta di non vaccinarsi rimarrebbe legittima, nel rispetto ovviamente delle restrizioni vigenti.

Potrebbe interessarti anche: Variante Omicron virus più contagioso di sempre ma meno grave della Delta: cosa dicono gli ultimi studi

Argomenti: ,