'No Green Pass: il leader dei portuali di Trieste ha il Covid

No Green Pass: il leader dei portuali di Trieste ha il Covid, costretto alla quarantena

Tegola per il leader dei portuali e accanito no Green Pass e no vax, Putzer ha preso il Covid, ora dovrà stare in quarantena.

di , pubblicato il
No Green pass

Si ferma la marcia del leader dei portuali, Stefano Puzzer, promotore delle manifestazioni No Green Pass e no vax di Trieste. Il Covid lo ha fermato e ora gli attende la quarantena insieme alla moglie, anch’essa positiva.

No Green Pass, Puzzer positivo

Chiuso in casa, niente manifestazioni al Porto di Trieste, e nemmeno quella attesa a Roma nei prossimi giorni. Così si ferma per ora la marcia di Stefano Puzzer, il Covid lo costringerà alla quarantena, e oltre al danno anche la beffa, visto che, in quanto positivo, dopo la guarigione riceverà il Green Pass, proprio lo strumento che lui tanto combatte. In realtà Puzzer precisa che il Green Pass ce l’ha da ottobre, ma non l’ha mai utilizzato proprio per una questione di principio.

L’annuncio della positività del leader dei No Green Pass arriva da lui stesso tramite un video pubblicato sui social. Nel video in questione afferma: “Mia moglie ha fatto il tampone ed è risultata positiva, allora ho fatto il tampone anche io e sono risultato anche io positivo. Adesso ci aspettano dieci giorni di quarantena. Sto prendendo tutte le medicine del caso, abbiamo le cure domiciliari da seguire”.

Leader No Green Pass, cure domiciliari

Avanti per la sua strada Puzzer, non si ferma, o meglio non cambia idea nonostante il Covid. La sua lotta continua nonostante lo stop obbligato. L’ostinazione è sicuramente la cattiva compagna della perseveranza, e non si può dire che questi manifestanti non ne siano dotati. Bozzerò conclude il suo video con la frase slogan: “Mi spiace tanto, la gente come noi non molla mai”.

Potrebbe interessarti anche Fuori dal coro in Tv, Mario Giordano smaschera il Governo sulle regole Covid

Argomenti: ,