'Migliore farina per pizza, la classifica di Altroconsumo

Migliore farina per pizza, l’ultima classifica di Altroconsumo

Ecco qual è la migliore farina per pizza tra le tante acquistabili al supermercato secondo l'ultima classifica di Altroconsumo.

di , pubblicato il
migliore farina

Arriva la classifica di Altroconsumo della migliore farina per pizza da scegliere al supermercato. Quelle testate sono in tutto venti e precisamente 9 sono proprio per pizza e 11 per usi vari. L’Associazione a tutela dei consumatori ha acquistato le farine nei punti vendita e li ha testati in forma anonima in laboratori indipendenti. Ecco tutti i dettagli.

Migliore farina per pizza: c’è la classifica di Altroconsumo

Scegliere la migliore farina per preparare la pizza non è una scelta facile in quanto al supermercato se ne trovano di diversi tipi. Quella di grano tenero è comunque alla base di molte preparazioni. Altroconsumo spiega che in base alle caratteristiche di ogni farina si può scegliere quella più consona al giusto utilizzo e tra queste c’è la forza della farina ovvero la capacità dell’impasto di resistere all’aria che si crea quando c’è la lievitazione. Sull’etichetta del prodotto questo dato è riportato con la lettera W ma sono pochi quelli in cui si trova. Se c’è bisogno di lunghe lievitazioni,  sarebbe opportuno acquistare una farina con un W alto tra i 250 ed i 320.
Tra le varie farine la più diffusa è di sicuro la 00 ovvero quella di grano tenero. Essa va bene sia per gli impasti dolci che salati. La farina 0 è invece meno raffinata della 00 ed ha un contenuto proteico più alto. È adatta soprattutto per prodotti a lenta lievitazione con lievito madre o di birra. La farina manitoba, invece, è quella con una forza elevata ed è adatta soprattutto ad impasti che si devono lavorare molto e che sono sottoposti a lunghe lievitazioni. Quella di granoduro rimacinata si caratterizza invece per il grosso contenuto di proteine e consente una resa migliore del pane mentre l’integrale si ottiene dalla macinazione del chicchi di frumento con il germe per intero.

Per quanto concerne la classifica della migliore farina (di dicembre 2021) al primo posto c’è quella della Caputo Pizzeria che ottiene il voto di 83 (qualità ottima) ed ha un W molto forte. Questa farina è la migliore nella resa a cotto e nelle tre prove eseguite, la pizza ha mostrato infatti una mollica umida al punto giusto ed una crosta friabile. Sempre con il voto di 83 e quindi qualità ottima c’è la farina Coop manitoba 0 con W molto forte. Riceve degli ottimi giudizi per la lavorazione e la friabilità dell’impasto cotto. Seguono Almaverde Bio Ideale per pizza con punteggio di 77 e W (medio) e la Garofalo W260 con 70 punti e W medio. C’è poi la Molino Mettone Ideale per pizza 0 con 69 punti e W debole e la Molino Casillo tipo 0 bio con 67 punti e W molto forte.
Leggi anche: Classifica migliore pasta 2021 per sicurezza, qualità e prezzo secondo Altroconsumo
[email protected]

Argomenti: ,