Miglior pasta senza glifosato secondo un ultimo test

La miglior pasta senza glifosato secondo un ultimo test, c'è una marca che si posiziona bene con due prodotti.

di , pubblicato il
prodotti alimentari

Arriva un ultimo test effettuato dalla rivista svizzera K-Tipp che comunica qual è la migliore pasta senza glifosato. Compare anche un noto marchio italiano con ben due prodotti testati. L’analisi è avvenuta su 18 prodotti acquistati in vari supermercati ed in molti di essi sono state trovaste tracce di glifosato di pesticidi chimici.

Miglior pasta senza glifosato

Il glifosato come spiega l’Airc, la Fondazione per la ricerca sul cancro, è uno degli erbicidi più diffusi al mondo. Questo perché rispetto a prodotti simili quando ha debuttato sul mercato era più efficace e meno tossico. Uno studio sui ratti (del 2012) ha dimostrato la sua cancerogenicità. Esso però è stato ritrattato per problemi di metodo. I dati, poi, non hanno avuto replica in nuovi studi. Dall’analisi di prove disponibili, però, la Iarc di Lione ha classificato il glifosato nel gruppo 2A dei possibili cancerogeni.
La Fao, l’Oms, l’Efsa e l’Echa, invece, hanno espresso dei giudizi più rassicuranti sul prodotto. Vietano però il suo utilizzo in aree molto popolate e comunicano che sarebbe necessario riesaminare i livelli massimi residui di sostanza che per legge può trovarsi dentro o su gli alimenti. La Francia ne ha ridotto l’uso e poi l’ha eliminato del tutto mentre l’Olanda ha vietato la vendita ai privati per uso casalingo. L’utilizzo dell’erbicida ha ottenuto l’approvazione nuovamente dalla Ue nel 2017 fino al 2022 condelle limitazioni. Come quella ad esempio di non avere nella medesima formulazione il glifosato e l’ammina di sego polietossilata.

Ecco la migliore pasta per K-Tipp

Tornando al test di K-Tipp, esso ha analizzato diciotto pacchi di pasta acquistati nei supermercati.

Tredici prodotti contenevano grano convenzionale mentre altri 5 grano proveniente dall’agricoltura biologica. In questi ultimi non sono state trovate tracce di glifosato. Ebbene dall’analisi la Barilla si attesta come migliore pasta italiana del test con due confezioni analizzate ovvero le penne integrali e gli spaghettoni. Inoltre la Barilla risulta anche priva di pirimifos-metile che è una sostanza fosforotioata che si usa in agricoltura come insetticida. Essa è considerata molto tossica sia per l’essere umano (polmoni) che per gli animali acquatici. Bene anche (no tracce) Lidl Combino, Aldi Nature Active, Spar Natural e BaschUssig.
Leggi anche:  Pasta, le migliori marche vendute in Italia nel 2021 secondo Altroconsumo
[email protected]

Argomenti: ,