Mario Draghi riapre tutto, stato di emergenza e colori regioni hanno i giorni contati

Mario Draghi riapre tutto, addio allo stato d'emergenza e al sistema a colori.

di , pubblicato il
Dimissioni Draghi quando si vota elezioni politiche

E’ ufficiale. Mario Draghi ha annunciato che il 31 marzo terminerà lo stato d’emergenza, questo significa che da aprile si dovrebbe tornare gradualmente alla normalità.

Mario Draghi riapre tutto, addio allo stato d’emergenza e al sistema a colori

L’annuncio del premier è arrivato durante un intervento all’Auditorium del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze:
“La situazione epidemiologica è in forte miglioramento, grazie al successo della campagna vaccinale, e ci offre margini per rimuovere le restrizioni residue alla vita di cittadini e imprese. Voglio annunciare che è intenzione del Governo non prorogare lo stato d’emergenza oltre il 31 marzo”.
I dati, infatti, fanno riflettere e il miglioramento è netto rispetto ad un mese fa. La fine dello stato d’emergenza significa anche andare verso l’addio al Super Green Pass. Lo stesso premier ha sottolineato che gradualmente si inizierà a togliere l’obbligo, partendo proprio dai luoghi all’aperto, quindi fiere, sport, feste e spettacoli, dove dopo il 31 marzo non sarà più chiesto il Green Pass rafforzato. L’obiettivo rimane quello di riaprire tutto, ma gradualmente e di intervenire in caso di peggioramento della situazione.

Addio al Super Green Pass nei luoghi aperti

Con la fine dello stato d’emergenza, anche il sistema a colori andrà a decadere. Questo significa che da aprile non ci saranno più le zone bianche, gialle, arancioni e rosse, probabilmente resteranno solo le zone locali rosse. Le scuole resteranno aperte e saranno eliminate anche le quarantene da contatto. Sempre da aprile, sarà tolto l’obbligo di mascherina Ffp2 in classe, mentre dovrebbero ancora rimanere quelle al chiuso, con una nuova proroga.

Tra i cambiamenti più importanti che vedremo con la fine dello stato d’emergenza, insomma, oltre all’addio del sistema a colori, anche la ripresa della scuola senza più chiusure e la graduale eliminazione del Super Green Pass a partire dai luoghi aperti, mentre per tutto il resto delle attività bisognerà attendere l’estate.

Il 15 giugno, infatti, scadrà l’obbligo vaccinale per over 50 e altri cambiamenti arriveranno solo in quel periodo.

Vedi anche: Fine del Green Pass, mascherine e smart working: che cosa succede dal 1° aprile

Argomenti: ,