Made in Italy tutelato in Gran Bretagna dal semaforo sugli alimenti

L'Ue bocci il semaforo per alimenti del Regno Unito che penalizzava i cibi Made in Italy

di , pubblicato il
L'Ue bocci il semaforo per alimenti del Regno Unito che penalizzava i cibi Made in Italy

Il made in Italy è stato tutelato dalla procedura di infrazione dell’Ue che ha bloccato il semaforo per gli alimenti varato dalla Gran Bretagna. Prodotti come il Grana Padano, l’olio d’oliva, i salumi, il prosciutto di Parma e formaggi italiani sono stati salvati dal nuovo sistema i etichettatura nutrizionale del Regno Unito che prevedeva l’apposizione di bollini verdi, gialli e rossi sui cibi ad indicarne i principi critici per la salute. Tale sistema è stato messo al bando dalla Commissione europea per una presunta violazione del principio di libera circolazione della merci. Il semaforo inglese rendeva la circolazione di determinate merci di più difficile accesso al mercato, anche se l’obiettivo del provvedimento era quello di limitare il consumo di cibi contenenti grassi, zuccheri e sale. La Coldiretti f notare, però, che il sistema non si basava sull’effettivo consumo di tali sostanze ma su quelle contenute sul cibo in questione inducendo, paradossalmente, i consumatori, ad escludere dalla propria dieta alimenti come l’olio di oliva perché ricco di grassi. “Italia batte Inghilterra. Finalmente la Commissione europea ha aperto la procedura d’infrazione nei confronti del governo britannico per l’introduzione di un sistema di etichettatura a ‘semaforo’ sugli alimenti. La battaglia che ho portato avanti come ministro dell’Agricoltura sta dando i suoi frutti: il semaforo deve essere verde per il nostro Made In Italy” dichiara Nunzia De Girolamo, ministro delle Politiche Agricole.

Argomenti: