'Lockdown per non vaccinati per evitare chiusure: le regioni che ci pensano

Lockdown per non vaccinati per evitare chiusure: ecco le regioni che ci pensano

Lockdown per non vaccinati, chi è d'accordo.

di , pubblicato il
Lockdown

Ormai anche in Italia si parla di lockdown per non vaccinati sulla scia del modello austriaco. Una soluzione che sembra piacere ad alcune regioni, dove il numero di contagi è spaventosamente alto.

Lockdown per non vaccinati, chi è d’accordo

Ricordiamo che in Austria i non vaccinati possono uscire solo per andare a lavoro, fare la spesa e commissioni urgenti mentre non possono uscire per andare al ristoranti, bar, locali, teatri, cinema, luoghi ricreativi e culturali e nemmeno per soggiornare in hotel e sciare. Ad essere favorevole al lockdown per non vaccinati in Italia è il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti secondo cui:

“Chiederemo al Governo come Regioni che le misure restrittive legate alle fasce di colore valgano per le persone che non hanno fatto il vaccino, non per le persone che lo hanno correttamente fatto. Se qualcuno deve essere convinto sono coloro che non si sono vaccinati”

Alla luce del numero di contagi in netto rialzo anche il governatore altoatesino Arno Kompatscher si è detto favorevole al lockdown per non vaccinati, visto che nella provincia di Bolzano il numero di non vaccinati è anche piuttosto alto. Idea sostenuta dal presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, regione che rischia la zona gialla già dal 22 novembre e che teme la zona arancione per colpa di chi non si è vaccinato.
Anche il presidente del Piemonte, Alberto Cirio è favorevole ad un lockdown selettivo per chi non è vaccinato mentre il il governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini è indeciso: “Non lo so, dovremo discuterne. Intanto credo che la prima cosa da fare sia quella di proseguire con le vaccinazioni” ha detto.

Meno concordi il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia e il governatore della Lombardia Attilio Fontana.

Secondo Zaia infatti:

“Il modello austriaco credo che da noi sarebbe di difficile applicazione dal punto di vista costituzionale. E a me piacerebbe pensare a noi stessi come a una comunità, non riempirci di divieti”

Nessuna stretta per non vaccinati in zona bianca

Intanto, nelle ultime ore il governo ha fatto sapere che non è allo studio nessuna stretta per non vaccinati sul modello austriaco anche perché i dati italiani non sono paragonabili a quelli austriaci.

Vedi anche: Lockdown selettivi e Natale al massimo in 8: torna l’incubo anche per le feste in arrivo

Argomenti: ,