'Lo zucchero fa male alla pressione alta

Lo zucchero fa male alla pressione alta

Il nemico numero uno degli ipertesi non è il sale ma lo zucchero: guardiamo perchè

di , pubblicato il
Il nemico numero uno degli ipertesi non è il sale ma lo zucchero: guardiamo perchè

Anche se da sempre il nemico numero uno della pressione alta è stato individuato nel sale, è stato scoperto che il vero nemico per chi soffre di ipertensione è, invece, lo zucchero. A dimostrare la pericolosità dello zucchero per gli ipertesi è una ricerca del Saint Lukes’s Mid America Heart Institute di Kansas City pubblicata su una rivista chiamata American Journal of Cardiology. Se assunto in elevate quantità lo zucchero può causare l’aumento del battito cardiaco e della pressione stimolando l’ipotalamo, un’area del cervello. Gli studiosi mettono sotto accusa, quindi, anche le bibite che contengono zucchero e in modo particolare quelle gasate zuccherate che sono responsabili di grossi picchi di ipertensione molto pericolosi: portano, infatti, ad una variazione della pressione arteriosa che può essere causa anche di infarti. “Già solo per questo lo zucchero deve essere considerato un predittore di rischio cardiovascolare, per questo bisognerebbe consigliare a chi soffre di pressione alta di tagliare lo zucchero e non il sale” spiega James DiNicolantonio, uno degli autori dello studio.

Poco sale: una trappola

Mangiare cibi con poco sale potrebbe rivelarsi una trappola per gli ipertesi, sempre secondo lo studio in questione perché l’organismo, che cerca sempre le giuste quantità di ogni cosa, non trovando le giuste quantità di sale è portato a mangiare di più “Prendiamo le patatine fritte senza sale, se siamo portati a mangiarne di più perché il nostro organismo è alla ricerca di livelli ottimali di sodio, che benefici possono portare alla salute grandi quantità di carboidrati raffinati e oli trattati?”.

Argomenti: