Lo smog indebolisce le ossa e aumenta il rischio di osteoporosi

A sostenerlo uno studio condotto in India su 3700 persone da Barcelona Institute for Global Health

di , pubblicato il
A sostenerlo uno studio condotto in India su 3700 persone da Barcelona Institute for Global Health

C’è un collegamento tra livelli di inquinamento e massa ossea. A suggerire l’associazione sono i risultati ottenuti da un nuovo studio condotto dal Barcelona Institute for Global Health (ISGlobal) e consultabili sulla rivista Jama Network Open. Gli epidemiologi hanno infatti esaminato la densità ossea di oltre 3700 persone in India, notandone una riduzione all’aumentare dei livelli di smog.

Confermando che l’inquinamento indebolisce le ossa e aumenta il rischio di osteoporosi.

“Questo studio contribuisce a colmare un vuoto della ricerca su inquinamento e salute delle ossa – sostiene Otavio Ranzani, primo autore del lavoro -. L’inalazione delle particelle inquinanti potrebbe portare alla perdita di massa ossea attraverso lo stress ossidativo e l’infiammazione causati dallo smog”.

“I nostri risultati indicano che le polveri sottili sono rilevanti per la salute delle ossa a diversi livelli di inquinamento, incluse le concentrazioni che si trovano normalmente nei paesi occidentali”, ha aggiunto Cathryn Tonne, coordinatore dello studio. Il legame tra lo smog e la salute delle ossa era stato già indagato in passato da studi che, tuttavia, non erano riusciti a ottenere prove di una chiara associazione.

Argomenti: ,