Lavoro Amazon: 3mila posti di lavoro in Italia entro la fine del 2021

Entro la fine del 2021 più di 3mila posti di lavoro con Amazon.

di , pubblicato il
Professioni del futuro

Buone notizie per chi cerca lavoro con Amazon. Il colosso americano dell’e-commerce ha annunciato che entro la fine del 2021, creerà 3mila nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato arrivando a 12,500 dipendenti nel nostro paese.

Le nuove assunzioni con Amazon: più di 3mila posti di lavoro in arrivo

Di recente Amazon ha annunciato varie assunzioni, considerando che in Italia sono presenti più 50 sedi per cui molto spesso sono disponibili offerte di lavoro. Solo nel 2021 aprirà dei centri di distribuzione a Novara e Cividate al Piano (BG), un centro di smistamento a Spilamberto (MO), e altri depositi di smistamento sparsi tra Marche, Veneto, Piemonte, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia e Umbria.
L’annuncio dei 3mila posti di lavoro, è stato così commentato da Mariangela Marseglia, Country Manager di Amazon.it e Amazon.es:

“Investire nella digitalizzazione del Paese significa sostenere opportunità di crescita attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro, formazione abilitante per i nostri dipendenti, e opportunità di sviluppo per le Piccole e medie imprese italiane”

Le posizioni aperte con Amazon

Per quanto riguarda le figure ricercate da Amazon, si parla di operatori di magazzino, autisti, ma anche personale che dovrà occuparsi di marketing, finance, tecnologia e spedizioni. Per le figure legate al magazzino e consegne, si richiede solitamente diploma e puntualità, oltre alla disponibilità ad operare su turni e festivi. Diverso il discorso per le posizioni aperte con Amazon più specifiche, come quelle legate al marketing o finance per cui si richiede laurea ed esperienza in base alla figura ricercata. In ogni caso, tutti i dettagli sulle posizioni aperte con Amazon, si trovano alla pagina Amazon carriere, dove vengono elencate le figure ricercate in base alla sede di lavoro e i requisiti richiesti per ognuno.

I giovani preferiscono lavorare con Amazon

Di recente, inoltre, Amazon era stata protagonista di una sorta di dibattito legato alla crisi della ristorazione. Secondo Daniel Zhao, economista senior di Glassdoor, infatti, i ristoranti hanno difficoltà a trovare personale perchè la retribuzione di un venditore online sarebbe migliore rispetto ad altre che hanno salario minimo. Di conseguenza molti giovani preferiscono lavorare come magazziniere con Amazon rispetto al settore della ristorazione. Negli Usa, infatti, chi lavora per Amazon guadagna mediamente 17 dollari all’ora contro 7,25 di chi lavora nei ristoranti. Non è un caso, insomma, che lavorare con il colosso americano sta diventando molto ambito. Una tendenza che si sta facendo strada anche in Italia e che apre un dibattito non nuovo sul potere dell’e-commerce.

Vedi anche: Amazon lavoro, 70 posti e assunzioni a Venezia grazie a nuovo deposito

 

Argomenti: ,