Influenza e raffreddore, ecco come riconoscere la differenza dai sintomi

Influenza e raffreddore sono due patologie completamente diverse, eppure si somigliano tantissimo. Come distinguerle?

di , pubblicato il
Influenza e raffreddore sono due patologie completamente diverse, eppure si somigliano tantissimo. Come distinguerle?

Questa influenza targata 2019 continua a mietere tante vittime, gli italiani proprio non riescono a scrollarsela di dosso quest’anno, anche perché le temperature continuano ad essere poco clementi. Ma giunti a questo punto è bene fare alcune precisazioni, visto che sempre più la comune opinione è che il raffreddore sia il primo segnale del virus influenzale.

Influenza vs Raffreddore

L’influenza è terribile, ma anche il raffreddore ci butta un bel po’ giù, con quel continuo bisogno di soffiarsi il naso e starnutire. Ad ogni modo, i due fenomeni non sono così correlati come si crede, secondo l’immaginario comune addirittura sinonomi, secondo gli esperti invece, un po’ sorprendentemente, l’uno esclude l’altro. Ad intervenire nel dibattito ci sono gli esperti del Medical University di Vienna, secondo i quali, al contrario di quanto si crede comunemente, un raffreddore non può mai tramutarsi in una vera influenza, in quanto si tratta di due patologie ben distinte e separate tra loro.

I virus influenzali chiaramente delineati causano una malattia potenzialmente grave delle vie respiratorie, mentre il raffreddore comune è causato da centinaia di virus differenti e, nella quasi totalità dei casi, la progressione dell’infiammazione ha uno sviluppo positivo. Già questa è una differenza sostanziale tra le due patologie, ma non è tutto. A differenziare ulteriormente le due malattie sono i sintomi: l’influenza, infatti, si manifesta improvvisamente, portando con sé febbre e dolori agli arti senza il minimo preavviso.

Diversamente invece, il raffreddore ha alcuni campanelli d’allarme che sono spesso inequivocabili: naso chiuso, mal di gola e in alcuni casi febbre. Forse quest’ultimo sintomo è il massimo colpevole della confusione tra le due patologie. In certi casi infatti c’è addirittura chi maledice il vaccino anti-influenzale perché non ha fatto effetto, senza quindi sapere che in realtà si è beccato il raffreddore. Tali vaccini infatti ci difendono dall’influenza, ma non dal raffredore che, per l’appunto, è una patologia completamente diversa.

Ma a questo punto, come fare, noi comuni mortali, a distinguere le due diverse malattie? Come dicevamo il primo segno è l’origine dei sintomi, ovvero come si sono presentati.

L’influenza è immediata, mentre il raffreddore è graduale. La temperatura corporea è un altro fattore: se la temperatura è superiore ai 37.8 gradi l’individuo è quasi sicuramente affetto da influenza. Il raffreddore, infatti, molto raramente determina una febbre superiore ai 37-37.5 gradi. Il mal di testa è un altro sintomo dell’influenza, soprattutto se molto forte e generalizzato. In linea generale comunque i sintomi che le due patologie hanno in comune sono molto più aggressive nell’influenza, e di conseguenza più lievi nel semplice raffreddore.

Potrebbe interessarti anche: Sperimentazione animale, nessuna pietà nemmeno per i cani, la Lav insorge

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.