Influenza 2017: picco in decrescita? Regioni più colpite, complicanze e alimentazione

Influenza 2017: ultime notizie sul picco, le regioni italiane più colpite e i consigli sull'alimentazione ideale per prevenire il virus influenzale.

di , pubblicato il
Influenza 2017: ultime notizie sul picco, le regioni italiane più colpite e i consigli sull'alimentazione ideale per prevenire il virus influenzale.

Nuovo aggiornamento sull’influenza 2017, ormai nel suo picco massimo. Secondo gli esperti, infatti, il virus influenzale sta vivendo proprio in questi giorni il suo massimo periodo di contagio, dopodiché la curva inizierà a scendere tra fine mese e metà febbraio. In linea teorica possiamo dire che stiamo già entrando nella fascia di decrescita; solo nei primi 15 giorni di gennaio sono stati oltre un milione gli italiani a letto con i sintomi dell’influenza, ben 3 milioni dall’inizio dell’epidemia.

Dati che mettono in evidenza la gravità dei ceppi di quest’anno, sicuramente molto più aggressivi, che hanno finora causato 8 morti e 63 casi gravi con complicanze tra gli anziani con età media di 71 anni.

Novità sul picco e sintomi

Il picco dell’influenza, secondo gli ultimi dati del rapporto epidemiologico di InfluNet, sta passando e lo confermano i quasi tre milioni di casi segnalati ad oggi, mentre il livello di incidenza è pari a 8,47 casi per mille assistiti. Le persone più colpite rimangono gli over 65 e i bambini più piccoli di 5 anni, ma in genere sono stati rilevati contagiati in ogni fascia di età. Secondo la Coldiretti, si sono registrati più casi in Lazio, Marche, Piemonte, Emilia-Romagna, Campania, Sardegna, Basilicata, provincia autonoma di Trento e Valle d’Aosta. A rendere il virus così forte sono i ceppi A/H3N2 e A/H1N1pdm09 e B, cause principali della forte incidenza e delle varie complicanze legate al virus attuale. Tra i sintomi, i più comuni rimangono la febbre alta, il malessere generale accompagnato da mal di gola, tosse, raffreddore e dolori muscolari.

Alimentazione per prevenire influenza

Per prevenire i sintomi dell’influenza è molto importante seguire delle regole di base come dedicarsi ad un’alimentazione corretta, evitare luoghi molto affollati, sbalzi di temperatura e rafforzare le difese immunitarie alimentandosi con alcuni cibi. Tra quelli raccomandati ci sono zuppe di verdure, legumi, carote, broccoli, ravanelli, zucca e verdure ricche di vitamina A, frutta antiossidante, probiotici, uova e aglio, utilissimo per prevenire i fastidiosi sintomi influenzali.

Per altri aggiornamenti sull’influenza continuate a seguirci.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,