Influenza 2017: nuova data del picco, chi può ancora vaccinarsi e rimedi

Influenza 2017: picco spostato alla prossima settimana, ultimi aggiornamenti su vaccino, rimedi per guarire dai sintomi influenzali e numero di contagiati.

di , pubblicato il
Evitare influenza

Nuovo aggiornamento sull’influenza 2017, che complice le temperature basse e il maltempo generalizzato che ha colpito l’Italia in queste settimane, sta vivendo il suo picco. Secondo gli ultimi dati di Influnet, solo saliti a 3 milioni in totale i connazionali a letto con febbre e sintomi dell’influenza.

Un numero in netta crescita rispetto ad un mese fa, quando ancora i malati non sfioravano un milione. Fino a fine stagione, prevista tra marzo ed aprile, si potrebbero raggiungere i 7 milioni di contagiati. Basti pensare che lo scorso anno il numero di 3 milioni era arrivato solo a marzo.

Data picco e chi può ancora vaccinarsi

La data del picco dell’influenza 2017, secondo Antonino Bella di Influnet, è stata posticipata alla prossima settimana, quindi nell’ultima decade di gennaio. Mentre i pronto soccorso sono sempre pieni e, in certi casi, assaliti da contagiati, gli esperti consigliano ai gruppi a rischio di effettuare la vaccinazione. Solitamente, questa era raccomandata nel periodo autunnale, prima dell’arrivo del virus, ma considerando la particolare aggressività di quest’anno, specialmente gli over 65 possono ancora vaccinarsi per evitare complicanze o lunghi strascichi. Questo perché i virus A(H3N2) sono ancora dominanti e la fascia più debole a questa variante è proprio quella sopra i 65 anni. Il 69% dei ricoverati in ospedale per l’influenza di quest’anno sono proprio gli anziani, a seguito di complicanze, quali bronchiti e polmoniti. E finora sono 8 i morti accertati a causa dell’influenza.

Regole per la prevenzione dei sintomi

Infine, per prevenire l’influenza si possono seguire alcuni rimedi classici ma sempre utili. Prima di tutto lavarsi spesso le mani, almeno 5 volte al giorno, per evitare il proliferarsi di batteri, portare sempre una mano alla bocca prima di tossire e cercare di evitare ambienti troppo affollati. In secondo luogo è bene seguire un’alimentazione a base di frutta contenente vitamine B (B1, B2, B6) e C, pesce e alimenti ricchi di proteine e zinco, che proteggono l’organismo e rafforzano il sistema immunitario. Sempre utili, infine, i rimedi della nonna, che possono dare una mano ad alleviare i sintomi dell’influenza: bere bevande calde, tisane, brodi, latte e miele con aglio o fare impacchi con eucalipto e altre erbe essenziali per decongestionare le vie respiratorie.

Continuate a seguirci con tutti gli aggiornamenti sull’influenza 2017.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.