India, letame di vacca spalmato sul corpo per sconfiggere il Covid. L’allarme dei medici: “Non vi è alcuna prova scientifica”

Le ritualità religiose -in India soprattutto- sono l'esatto opposto di quanto consigliato dalla scienza

di , pubblicato il
Le ritualità religiose -in India soprattutto- sono l'esatto opposto di quanto consigliato dalla scienza

In una scuola di monaci indù dello Stato del Gujarat sono convinti d’avere scoperto un vaccino al Covid-19 facilmente reperibile in gran parte del mondo e che non richiede iniezioni. Basta avere molta fede nella vacca sacra, riunirsi con altri accoliti in un cortile del monastero, cospargersi di sterco di vacca come fossero impacchi di fango, lasciar seccare, pregare, abbracciare la vacca sacra, poi farsi una doccia di latticello ed è fatta: si è immuni al Covid-19. O così ti dicono al Shree Swaminarayan Gurukl Vishwavidya Pratishthanam. “Vengono qui anche medici che lavorano in prima linea nelle terapie intensive,” sostiene convinto Gautam Manilal Borisa, dirigente di una ditta farmaceutica, il quale dichiara che l’anno scorso le spalmate di sterco di vacca lo hanno aiutato a riprendersi dal Coronavirus. “Anche questi medici, veri guerrieri del Covid, sono convinti, come me, che questa terapia migliori l’immunità. E così possono tornare ad occuparsi dei pazienti senza più timori”.

Ma fuori dal monastero non funziona proprio così. Dall’altra parte della strada del monastero c’è il quartier generale della Zydus Cadila, grande società di ricerca e prodotti farmaceutici che sta sviluppando un suo vaccino per il Covid-19 (no, non con lo sterco di vacca). La scienza ovviamente smentisce che queste docce di concime aiutino. “Non vi è alcuna prova scientifica che lo sterco o l’urina di vacca aumentino l’immunità nei confronti del Covid-19. Si basa tutto su una credenza” afferma il presidente nazionale dell’Associazione medici indiana, JA Jayalal. “Anzi, cospargersi o consumare questi prodotti può presentare altri rischi correlati, visto che molte altre malattie possono essere trasmesse dagli animali agli umani”.

Argomenti: , , , ,