Il vaccino Covid è sicuro o no? I retroscena e la verità sul nuovo tam tam mediatico

Vaccino covid sicuro, un nuovo retroscena su un documento di BioNTech destinato all’agenzia americana SEC.

di , pubblicato il
Nuovo vaccino covid quarta dose

I vaccini covid sono sicuri? Nelle ultime ore alcuni titoli giornalistici e condivisioni social stanno preoccupando molto e citano una presunta confessione di Pfizer sul vaccino e l’efficacia come riporta Open. la fonte sarebbe documento di BioNTech destinato all’agenzia americana SEC (Securities and Exchange Commission).

Vaccino covid sicuro, un nuovo retroscena su un documento di BioNTech destinato all’agenzia americana SEC 

In pratica, il documento avrebbe messo le mani avanti sull’approvazione del vaccino Covid e poi alcune testate, come sottolinea Open, hanno decontestualizzato la relazione senza tenere conto delle evidenze scientifiche, visto che il vaccino Covid di Pfizer-BioNTech è stato già approvato da FDA e EMA. Nel documento che ha fatto discutere in questi giorni e risalente al 30 marzo, si legge in alcune parti:

“Potremmo non essere in grado di dimostrare l’efficacia o la sicurezza sufficienti del nostro vaccino COVID-19 e/o delle formulazioni specifiche per la variante per ottenere l’approvazione normativa permanente negli Stati Uniti, nel Regno Unito, nell’Unione Europea o in altri paesi in cui è stato autorizzato per l’uso di emergenza o concessa l’approvazione all’immissione in commercio condizionata.”

Bisogna quindi considerare che il Sec non si occupa della sicurezza dei farmaci ma dei mercati e della concorrenza sleale tra aziende e chi scrive sono figure aziendali che guardano al rischio economico.

Vaccino Covid di Pfizer-BioNTech è sicuro

Il vaccino Covid di Pfizer-BioNTech ha superato tutte le fasi di sperimentazione e anche le agenzie del farmaco Fda ed Ema hanno nel tempo vigilato sui rischi, arrivando alla conclusione che i benefici li superano di gran lunga. Di fatto, si è data troppa importanza a ciò che hanno scritto le aziende agli investitori esaltando le “affermazioni riportate in un documento che non ha alcuna valenza scientifica” come riporta la nota testata.

In realtà si sa da tempo che non è così e ciò dimostra che ancora una volta una notizia è stata decontestualizzata.

Argomenti: ,