Il rebus dei gommoni che affondano | Lettera aperta

Condividiamo il pensiero di una lettrice sul rebus dei "gommoni che affondano".

di , pubblicato il
Condividiamo il pensiero di una lettrice sul rebus dei

Una mail ricevuta da una nostra fedele lettrice mi ha spinto a riflettere sulle vicende dei migranti ed ho voluto condividere con tutti il suo pensiero.

Gent. signora, mi può togliere una curiosità? Le Ong chi le finanzia?
Ammettendo che in Europa ci siano tanti mecenati che forniscono nave, equipaggio, carburante e viveri, qual’è il loro scopo? Salvare persone che in mare stanno per affogare? Io sono un pò realista e maliziosa, penso che questo commercio di schiavi sia ben organizzato e mi spiego meglio: qualche maledetto o maledetti vanno in questi paesi poveri a convincerli che in Italia o in Europa si possa fare l’arte di michelaccio (mangiare, bere e andare a spasso) e con 3000 euro si può ottenere, dopo averli convinti quei poveretti sono costretti ad intraprendere il disgraziato viaggio con anche il rischio di morte ma loro forse ne sono ignari; perché con 3000 euro in tasca puoi prendere un’aereo ed atterrare in Italia  chiedere un permesso di soggiorno anche turistico e nel frattempo se c’è, cercarsi un lavoro.

Ammassati come merce da macello in Libia intraprendono la traversata del Mediterraneo e guadagna chi fornisce il gommone, chi guida il gommone ultra carico e magari poco affidabile ed al segnale della partenza ecco che le Ong pronte al trasbordo. La DOMANDA,, Ci mangiano anche loro? Cosa ci fanno sempre lì?  Chi sono i loro finanziatori? Si è fatta mai un’inchiesta su di loro? 

Armare una nave costa moltissimi euro (non 2 centesimi). Sono un pò cattivella , penso che quando le navi si  avvicinano siano loro stessi a bucare o mettere fuori uso il gommone magari perché istruiti al riguardo.

Noi Italiani anziani abbiamo visto le macerie della guerra e sofferto la fame vera, abbiamo combattuto per la nostra Italia ma mi scusi, a parte le donne e i bambini arrivano certi omoni grandi e grossi, guardi i documentari di Rai Storia e le confronti con le facce scarne  dei nostri Italiani del dopo guerra erano degli zombi eppure siamo rimasti qui  per ricostruire la nostra Italia.

C’è qualcosa, di losco, di poco chiaro, qualcuno sicuramente ci specula, sia politicamente, sia come falso buonista. Cordialmente la saluto. 

Argomenti: ,