Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu sparito dai radar, i sospetti sulla sua lunga assenza

Situazione particolare per il ministro della difesa russo, dall'11 marzo Sergei Shoigu è sparito e pare non si abbiano notizie.

di , pubblicato il
sanzioni russia

Cosa è successo al ministro della difesa russo Sergei Shoigu? Di lui si sono perse le tracce da ben 13 giorni. C’è chi paventa inquietanti sospetti sulla sua scomparsa.

Sergei Shoigu, ministro della difesa scomparso

Sparito, svanito, scomparso. Di Sergei Shoigu non si hanno più notizie dall’11 marzo scorso. In quella occasione aveva avuto conversazioni telefoniche con il ministro della difesa turco Hulusi Akar. Poi il nulla cosmico. Di Sergei Shoigu non si hanno più notizie da allora. Che fine ha fatto? Dmitry Treschanin, giornalista del sito web Mediazona, ha attirato l’attenzione sulla vicenda, sottolineando che non è possibile che un personaggio che ricopre tale carica non sia più apparso in pubblico. Nemmeno sul sito del ministero si hanno notizie in merito alla sua attività, cosa alquanto sospetta vista la guerra con l’Ucraina in atto.

In realtà, su sito del Cremlino c’è una successiva data, quella del 18 marzo, nella quale si dice che il ministro in questione ha partecipato a un incontro del presidente russo Vladimir Putin con i membri permanenti del Consiglio di sicurezza tenutosi in videoconferenza. C’è da aggiungere, ad onor del vero, che non appaiono foto o immagini di qualsiasi tipo che possano testimoniare questa sua presenza all’incontro, e la cosa continua quindi a insospettire coloro che vedono un possibile tragico evento dietro tutta la vicenda.

Che fine ha fatto Sergei Shoigu?

Per quanto riguarda invece altre sue possibili attività in questo periodo, in data 20 marzo si fa riferimento al fatto che avrebbe firmato firmato un ordine “sull’organizzazione del coinvolgimento dei membri del movimento patriotico militare Yunarmiya (organizzazione militare giovanile russa, ndr) per lo svolgimento di un’operazione speciale sul territorio ucraino”. Infine, un’altra fonte suggerisce che il ministro sta presentando problemi cardiaci che lo hanno portato in questo momento ad abbandonare la vita pubblica del paese, ma dal Cremlino non c’è stata nessuna notizia a conferma di tale informazione.

Potrebbe interessarti anche Obiettivi geopolitici per la Russia anche durante l’emergenza Covid con questa strategia in due fasi

Argomenti: