Il coraggio di Marina Ovsyannikova con una clamorosa irruzione in diretta sulla Tv di stato russa

Colpo di scena in tv, l'irruzione di Marina Ovsyannikova sulla televisione di stato russa fa un gran clamore.

di , pubblicato il
cartello tv russa

Con un cartello in mano con su scritto No War, la giornalista Marina Ovsyannikova fa irruzione nel tg di stato russo e dice no alla guerra e alla propaganda di Putin.

Cartello tv russa, la protesta

Marina Ovsyannikova, ora neo attivista, è una giornalista ed è passata agli onori della cronaca per aver fatto irruzione durante la diretta tv del tg nazionale per protestare contro la guerra di Putin e l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. La giornalista è stata arrestata e interrogata. Sul suo cartello c’era scritto: “No alla guerra. Qui vi stanno mentendo, non credete alla propaganda”.

Un messaggio forte e coraggioso, ma estremamente rischioso in un paese in cui la dittatura dello zar ha il potere di far sparire le persone. E ora, a quanto pare, la giornalista risulta effettivamente scomparsa. Ufficialmente, come dicevamo, è stata arrestata per essere interrogata, ma da questa notizia in poi non si hanno più informazioni in merito. Marina Ovsyannikova lavorava nello stesso tg di Cahannel 1 nel quale ha fatto irruzione. Prima del suo atto di coraggio aveva registrato un video denuncia caricato immediatamente sui social.

Cartello tv russa, il video

Nel video la Ovsyannikova aveva spiegato le ragioni dell’irruzione che si stava apprestando a compiere: “Quello che sta succedendo ora in Ucraina è un crimine e la Russia è il paese aggressore. La responsabilità di questa aggressione ricade sulla coscienza di un uomo, e quell’uomo è Vladimir Putin. Mio padre è ucraino, mia madre è russa. Non sono mai stati nemici. Questa collana al collo è un simbolo che la Russia deve fermare immediatamente questa guerra fratricida e le nostre nazioni fraterne possono ancora fare la pace. Solo noi, russi pensanti, possiamo fermare tutta questa follia. Uscite a protestare, non abbiate paura di niente. Non possono metterci tutti in galera”.

Potrebbe interessarti anche Vladimir Putin vuole coinvolgere la Cina nella guerra? Ecco le rivelazioni del Financial Times

Argomenti: