I professori non vaccinati sono pronti per il ritorno a scuola, ecco come e cosa potranno fare

Docenti no vax, cosa cambia dal 1 aprile.

di , pubblicato il
Docenti no vax

Cambiano le regole anche per i professori a partire dal 1 aprile. Con il nuovo decreto covid, infatti, i professori non vaccinati possono tornare a scuola con il tampone negativo ma per svolgere attività all’interno dell’istituto.

Docenti no vax, cosa cambia dal 1 aprile

A fare chiarezza è stato anche Roberto Speranza, ministro della Salute a Che Tempo che Fa:

“I lavoratori sopra i 50 anni e delle categorie dell’obbligo, esclusi i sanitari, potranno tornare al lavoro ma dovranno fare il tampone. Nei luoghi di lavoro le persone sopra i 50 anni e le categorie per cui vigeva l’obbligo tornano ad una modalità di green pass base”

Novità anche per gli studenti, infatti chi è positivo dovrà restare a casa ma tutti gli altri restano in classe. L’obiettivo del governo, infatti, è quello di tenere il più possibile i ragazzi a scuola: “Dopo Natale tanti pensavano che sarebbe stato più prudente riaprire la scuola alla fine di gennaio, il governo ha scelto di riportare subito gli studenti in classe e i fatti ci hanno dato ragione”.

Docenti non immunizzati dovranno presentare un certificato

In base alla normativa attuale, fino al 15 giugno sarà ancora previsto l’obbligo vaccinale per tutto il personale scolastico, chi non è vaccinato potrà comunque essere utilizzato dai presidi per svolgere attività di supporto all’istituzione scolastica a partire dal 1 aprile. Dunque, i professori non andranno in classe ma potranno lavorare dentro le scuole.

Sempre da aprile, i docenti non immunizzati dovranno presentare un certificato che attesti:

“l’effettuazione della vaccinazione oppure l’attestazione relativa all’omissione o al differimento della stessa, oppure la presentazione della richiesta di vaccinazione da eseguirsi in un termine non superiore a venti giorni dalla ricezione dell’invito, o comunque l’insussistenza dei presupposti per l’obbligo vaccinale“.

Chi non presenterà la suddetta documentazione e non sarà vaccinato, sarà adibito ad altre mansioni all’interno dell’istituto come la gestione della biblioteca, l’organizzazione e l’integrazione dei materiali cartacei e multimediali e via dicendo.

Vedi anche: Regole Covid dal 1 aprile 2022, cosa cambia e quali sono le nuove disposizioni

Argomenti: ,