I migliori cosmetici nel 2021 secondo l’ultimo test francese

Test migliori cosmetici 2021: l’indagine di Women Engage for a Common Future France.

di , pubblicato il
Migliori cosmetici

Women Engage for a Common Future (WECF) France ha analizzato 47 prodotti tra cosmetici, correttori e mascara. Tra questi, 37 non hanno superato il test, dal momento che sono state ritrovate al loro interno sostanze preoccupanti, come ad esempio allergeni, nanoparticelle e interferenti endocrini. Al termine della ricerca la divisione francese di WECF ha stilato una classifica con i migliori e peggiori articoli di cosmetica in vendita nelle principali profumerie, farmacie e supermercati in Francia. Nella graduatoria sono presenti numerosi prodotti che si trovano in vendita nel nostro Paese, ecco perché l’analisi di Women Engage for a Common Future ha una certa rilevanza anche per noi.

Test migliori cosmetici 2021: l’indagine di Women Engage for a Common Future France

La classifica si basa sul numero delle sostanze preoccupanti riscontrate nei cosmetici presi in esame negli ultimi mesi. Ecco i migliori 5 che emergono dall’indagine realizzata di recente da WECF France:

Jonzac
Couleur Caramel
Kiko
Melvita
So’Bio Etic

Al primo posto il prodotto a marchio Jonzac, anche se sarebbe meglio utilizzare il nome per esteso dell’azienda (Eau Thermale Jonzac). Il risultato è stato ottenuto grazie all’assenza totale delle sostanze più pericolose, mentre sono presenti rispettivamente 1 ingrediente di media entità e 1 considerato a basso rischio.

Sul podio anche i cosmetici dei brand Couleur Caramel e Kiko

Sul podio salgono anche i cosmetici dei brand Couleur Caramel e Kiko: in entrambi sono state riscontrate tre sostanze che rientrano nella lista di ingredienti presa in esame dagli esperti di Women Engage for a Common Future France. Tra i due prodotti, però, va fatta una distinzione, anche se ai fini della classifica e del giudizio del portale francese cambia poco: Couler Caramel non presenta alcun ingrediente da “pallino rosso”, invece Kiko su tre ingredienti trovati, uno figura nella lista degli elementi a cui occorre prestare maggiore attenzione.

Al quarto e quinto posto Melvita e So’Bio Etic, rispettivamente con 7 e 8 ingredienti, la maggior parte dei quali contrassegnati da un rischio moderato.

Vedi anche: Migliori aziende dove lavorare nel 2021, la classifica World’s Best Workplaces

Argomenti: ,