Guerra in Ucraina e rischio sindrome da radiazioni acute, ecco che cos’è e cosa c’entra Chernobyl

Guerra nucleare e rischio sindrome da radiazioni, cosa sta succedendo ai militari russi.

di , pubblicato il
Russia armi laser guerra

Da giorni si parla degli incendi che hanno colpito le zone vicine alla centrale nucleare di Chernobyl dopo che lo scorso 24 febbraio l’esercito russo ha preso possesso della centrale e delle aree vicine senza nessun tipo di precauzione. La zona è molto pericolosa e presenta gradi di radioattività elevati.

Guerra nucleare e rischio sindrome da radiazioni, cosa sta succedendo ai militari russi

I soldati, infatti, hanno scavato trincee si sono mossi scatenando una grande quantità di polvere radioattiva e alti livelli di radioattività a cui si aggiungono le polveri in seguito agli incendi dei giorni scorsi.
Dalle ultime notizie, sembra che alcuni bus con militari russi abbiano varcato il confine per andare presso il centro repubblicano bielorusso di ricerca e pratica per la medicina delle radiazioni.

I media ucraina sospettano che i militari siano affetti dalla sindrome da radiazioni acute. Si tratta di una sindrome da avvelenamento che avviene quando il corpo è esposto a grandi dosi di radiazioni ionizzanti. Ciò può accadere quando si è esposti a una grande quantità di particelle radioattive o dopo che viene sganciata una bomba atomica.

Quali sono i sintomi

I primi sintomi sono diarrea, nausea, vomito, anoressia ed eritemi cutanei che possono durare dei giorni per poi sparire.

Dopo un po ‘, quando questa sintomatologia sembra migliorare, inizia la vera fase dell’avvelenamento con gravi disturbi gastrointestinali, vascolari e respiratori. Tra le consegue peggiori l’alterazione dei globuli bianchi, rossi e piastrine e il forte rischio di leucemie e anemie, ma anche cancro allo stomaco, esigago e colon, alla tiroide e aumento dei tumori ai testicoli o alle ovaie.

Il rischio radioattivo e gravi conseguenze sulla salute stando a contatto con grandi dosi di radiazioni ionizzanti era stato sottolineato anche alcuni giorni fa dopo gli incendi che avevano colpito le zone limitrofe a Chernobyl.

Infatti, le radiazioni possono correre veloci ed estendersi per molti chilometri raggiungendo anche altri paesi europei.

Vedi anche: Allarme nucleare in Ucraina: incendi a Chernobyl e pericolo di inquinamento radioattivo, cosa rischia l’Italia?

Argomenti: ,