Guadagni Coppa Italia, si passa agli ottavi, quanto vale il torneo?

I guadagni della Coppa Italia, quanto vale il torneo? Gli ottavi di finale entrano nel vivo con le partite di questa settimana.

di , pubblicato il
squadre che hanno speso di più

Una nuova settimana sta per iniziare e con essa la seconda parte degli ottavi di finale di Coppa Italia. La competizione nazionale, snobbata da tutte le squadre più blasonate del nostro paese, ha comunque introiti da non sottovalutare. La domanda che tutti si pongono quindi è: quali sono i guadagni della Coppa Italia? Ecco il punto della situazione.

Guadagni Coppa Italia, ecco i numeri

Le prime quattro partite degli ottavi si sono ormai archiviate, ora tocca alle altre 4 gare. La settimana che si è appena conclusa ha visto l’Inter imporsi per 2 a 1 sul Parma, il Torino vincere a Milano per 1 a 0 contro i rossoneri, la Fiorentina battere per 1 a 0 la Sampdoria e la Roma imporsi con lo stesso risultato contro il Genoa. In questa settimana vedremo invece Napoli Cremonese, Atalanta Spezia, Lazio Bologna e infine Juventus Monza. Tra fine mese e inizio febbraio ci saranno invece i quarti di finale, mentre ad aprile avranno luogo le semifinali con la finalissima annunciata poi per il 24 maggio a Roma.

Ma quali sono i guadagni della Coppa Italia per i club partecipanti? Arrivare in finale significa incassare 5 milioni di euro, mente la vincitrice si aggiudicherà altri 2 milioni portando quindi a 7 il totale di incasso per il successo conclusivo. A questi vanno ovviamente aggiunti anche gli incassi dello stadio. E in questo caso si può parlare di incassi corposi, soprattutto nelle semifinali di andata e ritorno, con le 4 squadre partecipanti che quindi potranno mettere un bel gruzzoletto alle proprie tasche. Per quanto riguarda gli ottavi, invece, Milan e Roma hanno deciso di inserire il match nell’abbonamento di campionato, quindi gli spettatori abbonati non hanno pagato.

Il totale incassato

Come detto, la squadra che arriva fino in fondo si porta a casa 7 milioni di euro. Tale cifra viene raggiunta sommando i vari passaggi del turno. La squadra perdente dovrà invece aggiungere solo 2 milioni all’incasso ottenuto prima della finale, arrivando quindi a un massimo di circa 5 milioni. Come detto, a questo va aggiunto l’incasso dei biglietti allo stadio delle varie partite. A dire il vero, non si tratta di cifre particolarmente corpose. Sia perché in fondo le gare in casa non sono tantissime, sia perché i biglietti non costano molto.

A questo va anche detto che solitamente la Coppa Italia non offre un grande appeal nemmeno per i tifosi, quindi sarà difficile vedere il tutto esaurito e fare sold out di biglietti. Proprio per questo motivo Milan e Roma avevano deciso di sfruttare il turno casalingo offrendo una poltrona gratuita a tutti coloro che avevano già fatto l’abbonamento per il campionato di Serie A. Cosa che però ai rossoneri non è bastata per superare il Torino, mentre i giallorossi sono riusciti ad avere la meglio contro un buon Genoa.

Argomenti: