'Green Pass sui mezzi pubblici, chi è il primo multato d’Italia?

Green Pass sui mezzi pubblici, chi è il primo multato d’Italia? A Roma la prima sanzione

Arriva la rima multa per Green Pass assente sui mezzi pubblici, un uomo multato con sanzione di 400 euro a Roma.

di , pubblicato il
Green pass europeo

È partito ieri il Super Green Pass, e di conseguenza anche per i mezzi pubblici scattano i controlli. Per salire su bus e metro ora ci vuole il Green Pass tradizionale, quindi basta anche il tampone nelle ultime 48 ore, ma non tutti si sono messi in regola.

Green Pass, la prima multa

È scattata quindi a Roma la prima multa, si tratta di un rumeno di 50 anni, per lui una sanzione di 400 euro. Il signore, appena sceso dal pullman, veniva fermato dalla polizia locale per esibire il certificato verde. Essendone sprovvisto, è stato multato. Sono ufficialmente partiti quindi i controlli in Italia, per salire su bus, tram e metro è necessario il pass di base, quello che si ottiene tramite test negativo, guarigione o inoculazione del siero anti-covid.

Ritornando alla prima multa d’Italia, l’uomo stava scendendo alla fermata di Piazzale Flaminio, e qui fermato dagli agenti. Sprovvisto di Green Pass, si è giustificato dicendo che attendeva a giorni la prima dose. Naturalmente, le sue parole non hanno sortito effetto ed è scattata la multa. Dunque, anche i mezzi locali passano al certificato verde di base, mentre treni e aerei lo prevedevano già.

Green Pass, quanto dureranno i controlli?

Questa attuale stretta con controlli sui mezzi pubblici è stata pianificata fino al 15 gennaio, ma è molto probabile che si prolungherà per almeno qualche altra settimana, se non per tutto l’inverno. Certo, dipenderà molto anche dalle vaccinazioni, ma indubbiamente la decisione del Governo è stata quasi obbligata, visto il rischio di nuove chiusure proprio sotto Natale.

Potrebbe interessarti anche Variante Omicron colpisce i giovani ma con sintomi lievi: cosa potrà succedere

Argomenti: ,