Green pass: le regole per viaggiare in Europa dal 1 luglio, tutto quello che c’è da sapere

Alcuni chiarimenti sul Green Pass che arriverà dal 1 luglio con regole specifiche per viaggiare in Europa.

di , pubblicato il
Green Pass

E’ notizia delle ultime ore dell’arrivo del Green Pass Europeo o Digital Covid Certificate a partire dal 1 luglio approvato dal parlamento europeo. Ora resta da completare l’adozione da parte del Consiglio e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Si tratta della certificazione che servirà per viaggiare nei paesi Ue ma anche partecipare ad eventi, cerimonie e concerti, almeno nel caso di quello italiano.

Come funziona il Green Pass Ue, le regole in sintesi da luglio

Il Green Pass sarà riconosciuto in tutta Europa e i singoli Paesi non dovranno imporre regole aggiuntive come la quarantena, “a meno che non siano necessarie e proporzionate per salvaguardare la salute pubblica”. Per ottenere il Green Pass Europeo sarà necessario essere vaccinati con entrambe le dosi da 15 giorni, oppure guariti dal Covid-19 o essere negativi al tampone. Potrà essere mostrato esibendo il codice Qr oppure stamparlo in formato cartaceo o scaricarlo sull’App Immuni. Il Green Pass ha una scadenza variabile, che dura fino a 9 mesi nel caso del vaccino o per chi è guarito dal Covid-19 (6 mesi per quello europeo).

Vale invece 72 ore nel caso di test molecolari o 48 ore per quelli rapidi. Per i vaccinati il Certificato Verde “è rilasciato, in formato cartaceo o digitale, dalla struttura sanitaria ovvero dall’esercente la professione sanitaria che effettua la vaccinazione” mentre per chi è guarito dal Covid-19 o dal medico di famiglia o dalla struttura presso la quale è avvenuto il ricovero. Allo stesso modo per chi ha fatto il tampone, il Green Pass sarà fornito dalla struttura che ha eseguito il test.
Per quanto riguarda il Green Pass Europeo, dal 1 luglio servirà per viaggiare liberamente in tutti i paesi della Ue e in Italia per spostarsi tra le regioni arancioni e rosse.

Sempre in Italia sarà valido anche per partecipare a matrimoni, feste, eventi culturali e ben presto anche per entrare in discoteca o partecipare a concerti con una certa capienza.

Si punterà alla tecnologia

Inoltre, la Ue per avere una certificazione univoca ha puntato tutto sul Qr Code, in modo da poter caricare il certificato nello smartphone. I Green Pass quindi andranno inseriti nel Gateway, la piattaforma comunitaria che raccoglie i dati di tutti i certificati, il tutto salvaguardando la privacy delle persone; nel Qr Code si potrà leggere solo il codice identificativo della vaccinazione o del tampone negativo oltre che il nome e la data di nascita del cittadino.
In sintesi, dal 1 luglio con il Green Pass Ue si potrà viaggiare liberamente rispettando le regole precisate nel Certificato. Con la versione italiana, invece, sarà anche possibile partecipare ad eventi e cerimonie, oltre che spostarsi tra regioni rosse e arancioni.

Vedi anche: Green Pass Europeo dal 1° luglio: certificato verde Covid-19 per viaggiare senza divieti

[email protected]

Argomenti: ,