Green Pass parrucchieri, estetisti, dentisti e in chiesa: cosa cambia dal 15 ottobre?

Green pass per andare dal parrucchiere, estetista e barbiere a chi serve? 

di , pubblicato il
Green Pass parrucchiere

Dal 15 ottobre il Green Pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori pubblici e privati. I dipendenti che si recano al lavoro saranno controllati all’esterno. Si tratta di controlli a campione effettuate tramite App o sistemi automatizzati. Ma che cosa cambia per alcune categorie come parrucchieri, estetisti etc?

Green pass per andare dal parrucchiere, estetista e barbiere a chi serve?

Per alcune categorie non è prevista l’esibizione del Certificato Verde. Il parrucchiere può chiederla ai dipendenti ma non ai clienti. Da venerdì, infatti, senza Green Pass si potranno fare poche cose. Il documento sarà necessario per lavorare, salire sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza, ma anche fare vita sociale.

Tra i luoghi dove non è richiesto c’è il parrucchiere, che non può chiedere al cliente di mostrarlo, così come dall’estetista. In ogni caso, essendo lavoratori, sono tenuti ad averlo. Nelle faq del Governo si legge: “il titolare deve controllare il pass dei propri eventuali dipendenti ma non deve richiederlo ai clienti né questi ultimi sono tenuti a chiederlo a chi svolge l’attività lavorativa in questione”. La stessa cosa vale per idraulici o tecnici che operano nelle abitazioni. Il padrone di casa non può chiedere il Green Pass che invece può essere chiesto dal datore di lavoro.

Certificato Verde per andare in Chiesa

Al momento non è richiesto il Green Pass neanche per andare dal medico o recarsi negli uffici pubblici per chiedere documenti e avviare pratiche. Senza Green Pass sarà ancora possibile andare dal dentista, negli studi legali, dal commercialista, farmacie, negozi, centri commerciali. Si tratta di servizi essenziali per cui il documento non viene chiesto ma i lavoratori, quindi farmacisti, medici, impiegati dei negozi e centri commerciali, sono invece tenuti ad averlo.

Allo stesso modo si potrà soggiornare in hotel, agriturismi, case vacanze, B&B e mangiare all’interno senza avere il Green Pass, ma i lavoratori di questo settore sono tenuti ad averlo. Infine, per andare in Chiesa non servirà il Green Pass.

Vedi anche: Green Pass al lavoro, caos tamponi insufficienti: che cosa rischiano i no-vax dal 15 ottobre

Argomenti: ,