Green Pass obbligatorio a lavoro dal 15 ottobre: chi è senza può essere sostituito?

Nelle piccole aziende con meno di 15 dipendenti, il lavoratore senza Green Pass può essere sostituito.

di , pubblicato il
professioni più ricercate in Italia

Dal 15 ottobre, il Green Pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori sia pubblici che privati, compresi i lavoratori autonomi, colf e badanti. Per tutti sarà fondamentale avere la Certificazione Verde per lavorare, pena una multa fino a 1.500 euro e la sospensione dello stipendio.

Nelle piccole aziende con meno di 15 dipendenti, il lavoratore senza Green Pass può essere sostituito

Nel decreto Green Pass veniva riportato che i dipendenti non possono essere licenziati ma soltanto multati e con lo stipendio sospeso già dal primo giorno senza il documento. Come riporta Il Corriere, le aziende con meno di 15 dipendenti, possono sostituire temporaneamente i lavoratori senza Green Pass. Infatti, le piccole aziende che potrebbero ritrovarsi senza lavoratori poiché senza Certificato, per non incorrere in difficoltà o carenza di personale, hanno la facoltà di sostituire il dipendente fino a che non sarà munito del pass verde.

Le nuove regole per i dipendenti dal 15 ottobre

Per i lavoratori privati, il personale che non si presenta a lavoro con la Certificazione Verde, si vedrà sospendere lo stipendio fin da subito. Nel settore pubblico, il personale senza il documento sarà considerato assente ingiustificato fino alla presentazione della certificazione verde. Al quinto giorno scatterà la sospensione del rapporto di lavoro ma la retribuzione sarà già negata dal primo giorno di assenza. Sempre per i dipendenti pubblici senza Green Pass, il rapporto di lavoro viene conservato ma lo stipendio sarà sospeso fino al 31 dicembre. Per i dipendenti privati senza Certificato, invece, questi saranno considerati assenti fino a quando non lo presenteranno.

In ogni caso, l’arrivo del nuovo decreto ha portato ad un’accelerata della campagna vaccinale. Negli ultimi giorni molte regioni hanno ricevuto il 35% di prenotazioni in più rispetto alla settimana precedente.

Questo significa che l’obiettivo del Governo di arrivare al 90% degli over 12 vaccinati potrà essere raggiungibile entro la fine di ottobre. Nel frattempo rimane aperta la discussione sul vaccino obbligatorio, almeno fino a quando non si arriverà al numero di vaccinati previsti dal piano del Governo.

Vedi anche: Green Pass esteso a tutti i lavoratori: sospensioni, multe e denunce, tutte le regole

Argomenti: ,