Green Pass esteso a ristoranti al chiuso e locali, l’obiettivo dell’Italia per salvare il paese fino a Ferragosto

Italia bianca fino a Ferragosto con il Green Pass esteso.

di , pubblicato il
Green Pass

La variante Delta incombe sull’Italia e ormai il Governo sembra deciso ad estendere il Green Pass anche ai trasporti a lunga percorrenza ossia treni e aerei, così come ai locali e ristoranti al chiuso, tra cui anche le discoteche. L’idea è quella di cercare di tenere l’Italia in zona bianca almeno fino a Ferragosto.

Green Pass obbligatorio, in arrivo nuovo decreto

Per contrastare la variante Delta, il Governo terrà una cabina di regia tra oggi e domani, martedì 20 luglio. L’obiettivo è emanare un nuovo decreto entro la fine della settimana e da far valere dal 26 luglio. Tra i punti chiave da discutere, il rilascio del Green Pass solo dopo la seconda dose, il potenziamento della campagna vaccinale, l’estensione del Green Pass e l’individuazione degli over 60 che ancora non si sono vaccinati. Si deciderà anche in merito ai nuovi parametri per le fasce di rischio, questo per evitare che alcune regioni vadano in zona gialla soltanto sulla base dell’incidenza del virus ma anche sull’occupazione dei reparti ospedalieri e delle terapie intensive.

Certificato Verde sarà esteso ai viaggi a lunga percorrenza

Al momento, sembra quasi certo che il Certificato Verde sarà esteso ai viaggi a lunga percorrenza, quindi bisognerà averlo per prendere treni e aerei. Sicuramente sarà necessario anche per partecipare ad eventi, concerti e per entrare allo stadio. E’ ancora in bilico la decisione se renderlo obbligatorio per i ristoranti al chiuso e i bar. Secondo Roberto Speranza “Se la situazione continuerà a peggiorare dovremo avere una rete di protezione che ci consenta di tenere le attività aperte”.

Per questo l’intenzione è di modificare i parametri per il cambio colore, ma allo stesso tempo dare una spinta alla vaccinazione con il Green Pass.


In merito ai trasporti, sarà indispensabile per salire su treni, navi e aerei. Al momento è escluso per metro e bus. Quasi certamente sarà obbligatorio anche in tutte quelle situazioni dove ci sono assembramenti: stadi, palestre, centri sportivi, concerti, eventi, convegni, spettacoli, feste. Il pass andrà mostrato all’ingresso e chi ne è sprovvisto rischia fino a 400 euro di multa mentre il gestore dell’attività fino a 5 giorni di chiusura.

Vedi anche: Green Pass esteso in Italia per trasporti a lunga percorrenza e il nodo ristoranti: decreto a fine luglio, dove sarà valido

Argomenti: ,