'Green Pass al lavoro e stipendio, cosa si rischia da gennaio 2022

Green Pass al lavoro e stipendio, cosa si rischia da gennaio 2022

Che cosa rischiano i lavoratori senza Green pass da gennaio 2022.

di , pubblicato il
Green Pass ospedale

Dal 15 ottobre serve il Green Pass per andare a lavoro ma sono circa 2 milioni i lavoratori senza Certificato e quindi impossibilitati anche a causa delle prenotazioni dei tamponi in farmacia difficoltose. Non è un caso che l’Inps abbia riferito un aumento dei certificati di malattia, cresciuti del 14% rispetto alla settimana precedente.

Che cosa rischiano i lavoratori senza Green pass da gennaio 2022

Laboratori e farmacie, infatti, eseguivano solitamente 300mila tamponi al giorno, adesso si è arrivati anche a 500mila-700mila ma per rimanere nel range bisognerebbe arrivare al traguardo di 1 milione di tamponi. Chi è senza pass, insomma, rischia la sospensione dello stipendio perchè viene considerato assente ingiustificato e questo non comporta solo la sospensione dello stipendio ma la mancata maturazione delle ferie e l’anzianità di servizio.

Dalle FAQ del ministero si legge anche che da gennaio 2022 chi è senza Green Pass rischia anche la progressione economica orizzontale: “I giorni di assenza ingiustificata non concorrono alla maturazione di ferie e comportano la corrispondente perdita di anzianità di servizio, a qualunque fine.”

Di fatto chi si assenta a lavoro perchè senza Green Pass rischia la maturazione delle ferie e anche la perdita di anzianità di servizio in quanto viene considerato assente ingiustificato. Di conseguenza vengono meno anche eventuali quote degli assegni familiari, indennità di cassa integrazione per sospensione dell’attività aziendale, malattia e maternità.

Obiettivo arrivare al 90% di vaccinati è vicino

Intanto, secondo il generale Figliuolo, crescono ancora le prime dosi di vaccino. Questo significa che l’effetto Green Pass si sta facendo sentire anche tra coloro che sono rimasti scettici fino all’ultimo. L’obiettivo di arrivare al 90% di vaccinati, quindi, non è più impossibile.

Figliuolo ha anche specificato che arrivando al 90% di immunizzati sarà molto più facile allentare le restrizioni. Si parla, quindi, delle mascherine che potrebbero essere tolte gradualmente nei prossimi mesi se il numero di vaccinati aumenterà. Le prime dosi si sono attestate a circa 70mila al giorno nell’ultima settimana.

Vedi anche: Quando sarà cancellato il Green Pass e l’ipotesi dei tamponi gratis: ecco da quando

Argomenti: ,