Giuseppe Saggese arrestato per aver sottratto 100 milioni all’ICI

Arrestato l'amministratore delegato di Tributi Italia, Saggese, per appropriazione fraudolenta di 100 milioni di euro riscossi a nome di 400 comuni italiani.

di , pubblicato il
Arrestato l'amministratore delegato di Tributi Italia, Saggese, per appropriazione fraudolenta di 100 milioni di euro riscossi a nome di 400 comuni italiani.

Arrestato l’amministratore delegato di Tributi Italia concessionaria incaricata di riscuotere l’Ici di circa 400 comuni italiani, Giuseppe Saggese insieme ad altre persone, per aver sottratto dall’Ici 100 milioni di euro. La società, Tributi Italia è sotto accusa per la sottrazione della somma, che a quanto sembra sarebbe stata spesa dall’amministratore delegato per condurre una vita di lussi. La Guardia di Finanza ha arrestato Giuseppe Saggese su ordinanza del tribunale di Chiavari, mentre la società Tributi Italia è momentaneamente guidata da un commissario, dopo che il suo amministratore delegato è stato accusato di aver indebitamente sottratto 100 milioni di euro tramite dichiarazioni fraudolente con operazioni non esistenti oppure omettendo il versamento Iva.

L’accusa mossa a Saggese è di aver riscosso tasse, fino al 2010 senza versare poi il corrispettivo dell’Ici ai comuni cui spettava, circa 400 comuni sono stati vittima della frode della società, che tra le altre cose risulta essere fallita ed era una società fantasma. Dopo aver arrestato l’ad Saggese la procura ha sequestrato beni a Tributi Italia per un valore di 8 milioni di euro, imponendo gli arresti domiciliari a 4 altre persone della società.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: