Giro d’Italia 2017 4 tappa: percorso e altimetria della Cefalù – Etna

Tutto sulla 4 tappa del Giro d'Italia 2017: la corsa sbarca in Sicilia con la Cefalù - Etna. Percorso, altimetria e curiosità.

di , pubblicato il
Tutto sulla 4 tappa del Giro d'Italia 2017: la corsa sbarca in Sicilia con la Cefalù - Etna. Percorso, altimetria e curiosità.

Domani martedì 9 maggio si corre la quarta tappa del Giro d’Italia 2017, la Cefalù – Etna. La corsa a tappe italiana, arrivata alla storica edizione del Centenario, ha lasciato la Sardegna per approdare in Sicilia. La tre giorni sarda ha consegnato a Fernando Gaviria la maglia rosa, dopo la vittoria in volata a Cagliari nella terza e ultima tappa disputatasi nell’isola. Il velocista colombiano ha risposto nel migliore dei modi al tedesco Greipel, suo grande rivale nelle volate, con il teutonico che aveva vinto la seconda tappa, con arrivo a Tortolì, in provincia di Nuoro.

Primo arrivo in salita

La 4 tappa del Giro d’Italia 2017 partirà da Cefalù per arrivare all’Etna, dopo 181 km. Si tratta del primo arrivo in salito della corsa del Centenario, ed è simbolico – forse – che sia proprio in Sicilia, la terra di Vincenzo Nibali, che ha vinto per due volte il Giro e che quest’anno punta ad uno storico tris. Il gruppo è atteso dagli ultimi 18 km tutti in salita, con l’ascesa che porterà fino al rifugio Sapienza che avrà inizio al km numero 163, subito dopo aver superato il paese di Nicolosi. La pendenza non è comunque impegnativa, visto che è al 6 per cento, dunque non si prevedono grossi distacchi, anche se chi ha intenzione di arrivare a Milano in maglia rosa dovrà essere per lo meno nel gruppo dei migliori, per dare un primo segnale importante ai suoi rivali.

I tratti più duri della salita sono nella prima parte, dove si registrano pendenze medie intorno al 7 per cento, e nella terza parte, al 7,5 per cento, tra i 1300 e 1500 metri, tra le località Contr. Salto del Cane e Monte Cervo. In molti credono ad un possibile primo attacco del generoso Vincenzo Nibali, visto che praticamente corre in casa. Dalla sua Messina all’arrivo ci sono poco più di 100 km. In previsione di un attacco dello Squalo, ci si attende anche una pronta reazione del colombiano Quintana. Il 27 enne della Movistar è il grande rivale del campione italiano, a cui contenderà il successo finale dello storico Giro del Centenario.

Anche dopodomani, mercoledì 10 maggio, il gruppo sarà impegnato in Sicilia con la quinta tappa, che da Pedara porterà i corridori a Messina, città natale di Nibali. Un omaggio al campionissimo dello Stretto, che si augura di poter lasciare il segno nella sua Sicilia fin da domani, quando la strada inizierà a salire, dopo l’assaggio avuto in Sardegna con la salita di Genna Silana. Per aggiornamenti su percorso e planimetria della tappa di dopodomani continuate a seguirci.

Argomenti: , ,