Gin Icon 2022, i migliori gin dell’anno, ecco chi ha vinto

Quali sono i migliori gin al mondo? C'è una premiazione che ogni anno ce lo dice sembra ombra di smentita.

di , pubblicato il
migliori rum

Amanti del bicchierino, se avete la passione per il gin, allora la premiazione che si è tenuta qualche giorno fa via social non può esservi sfuggita. Stiamo parlando del Gin Icon 2022, quali sono i vincitori di questa interessante kermesse alcolica?

GIn Icon 2022, i vincitori

Grande premiazione per Gin Magazine Awards. Bethany Whymark, editor di Gin Magazine, e Anita Ujszaszi, Director dei World Drink Awards hanno annunciato nelle categorie nelle categorie Icons of Gin e Hall of Fame. Partiamo subito senza perderci in troppe chiacchiere:

Icons of Gin
Communicator of the Year: Emma Stokes (Gin Monkey)
Visitor Attraction: Shed 1 Distillery (UK)
Master Distiller: Tim Boast di Never Never Distilling Co. (Highly commended: Dave Whiters di Archie Rose Distilling Co.)
Own Brand Supermarket: LIDL Ireland
Design Agency: Knockout
Brand innovator: Four Pillars Gin
Sustainable Distillery: Brewstillery (Highly commended: Cape Byron Distillery)
Hotel Bar: Gin & Juice at No. 131 (Cheltenham)
Distiller: Four Pillars Gin (Highly commended: O’Gin)

Hall of Fame: new entries
Nicholas Cook, Director General di The Gin Guild
Joanne Moore, Master Distiller di G&J Distillers
Philip Moore, founder e distiller di Distillery Botanica
Carolus Nolet, proprietario di Nolet Distillery

Migliori gin del mondo, la nuova classifica

Ma non è tutto, oltre alle due premiazioni è arrivata anche la classifica in merito ai migliori gin al mondo. L’Italia è sedicesima. Ecco chi ha vinto:

Contemporary Gin
Best: Bosque Alta Montaña (Argentina)
Australia: Beachtree Distilling Co. Organic Quokka Gin
Austria: The Gin Cascara
Belgio: Cin’Kin Gin Winter
Brasile: Nima’s Supreme Dry gin
Canada: Last Best Brewing & Distilling Afterglow Western Artisanal Gin
Cina: Crimson Pangolin Jungle Edition x J- Boroski
Croazia: Moonshine Guerilla Distillery Dry hill Berry Gin
Inghilterra: Martin Miller’s Gin Winterful
Fiji: Blue Turtle Gin
Francia: Ura Spirits Haze Gin
Germania: Munig Munich Premium Gin
Ungheria: Misi’s Modern Day Dry gin
India: Nao Spirits Himalayan Dry gin
Indonesia: East Indies Archipelago Dry Gin
Italia: Rangoni kingfisher Alto Gin
Giappone: Nikka Coffey Gin
Lussemburgo: The Groom 1928 Luxembourg Dry Gin
Olanda: Vovis Dry Gin Maltese Recipe
Nuova Zelanda: Brennevinsgrova premium gin
Paraguay: Legado organic Craft Distillery Lynch Organic Sugar Cane Gin
Portogallo: Gin Ria Brisa
Irlanda: Micil irish Gin
Scozia: Kinrara Distillery Scottish highland Dry gin
Serbia: Young Salt London Dry gin
Singapore: Tanglin Singapore gin
Slovacchia: Toison Handcraft Dry Gin
Sud Africa: Karoa Cara White Gin
Spagna: Spirito Vetton Extra Dry
Svezia: Hernö Pink BTL Gin
Svizzera: Monkey in a bottle Blue Dry gin
Taiwan: Holy Distillery Perfurmer’s Gin
USA: Urban Press Spirits Affinity gin
Uruguay: Pinares Botanico
Vietnam: Brewstillery Mashed Up Craft Gin
Galles: Dyfi Pollination Gin

Potrebbe interessarti anche Il film Le Fate Ignoranti diventa una serie Tv: quando esce e dove vederla in streaming

Argomenti: