Ghana in ginocchio per gli escrementi, defecare all’aperto è un problema nazionale

I ghanesi sono costretti a defecare all'aperto, solo una casa su sette ha i servizi igienici. Il paese è in ginocchio, parte il piano per risolvere il problema.

di , pubblicato il
I ghanesi sono costretti a defecare all'aperto, solo una casa su sette ha i servizi igienici. Il paese è in ginocchio, parte il piano per risolvere il problema.

La situazione in Ghana si sta facendo sempre più drammatica, il debito è di circa 79 milioni di dollari l’anno, il turismo è ormai affossato e si stima che ci vorranno 90 anni per cancellare la profonda crisi economica che sta attanagliando il paese. Ma il motivo di tutto questo? Ebbene, la causa di tutto sono gli escrementi.

Ghana, defecare all’aperto è diventato un problema nazionale

I cittadini hanno un grosso problema con le feci, la popolazione è infatti costretta a defecare all’aperto. Le statistiche ci dicono che solo una casa su sette possiede un bagno. I servizi sanitari quindi sono in ginocchio, va da sé che a risentirne, in una situazione del genere, è anche il turismo, per non parlare inoltre delle condizioni igienico-sanitarie. Sempre le statistiche ci dicono che il Ghana è al settimo posto nella speciale classifica dei paesi più sporchi del mondo, viene da chiedersi cosa combinino quindi gli altri sei che lo precedono.

Ad ogni modo, la nazione sta prendendo finalmente coscienza del grosso problema che lo attanaglia, parte dunque finalmente la Campagna di Igiene Nazionale e con l’impegno del presidente del Ghana in prima persona, il paese è pronto ad affrontare nuovamente il problema. Lo specialista in acqua e servizi igienico-sanitari della World Bank, Yolande Coombes, ha recentemente dichiarato a tal proposito: “Conosciamo da tempo l’impatto delle scarse condizioni igienico-sanitarie sulla salute, ma questo è uno dei primi studi per quantificarne i costi annuali, il Ghana non sarà in grado di crescere in modo sostenibile senza affrontare questi costi”.

Costi che, come abbiamo visto, toccano gli 80 milioni di dollari annui. La situazione però necessita della massima urgenza, del resto i numeri legati anche ai casi di morte sono preoccupanti da tempo. 19.000 ghanesi l’anno muoiono a causa di complicazioni legate alla diarrea, di cui 5.100 sono bambini sotto i 5 anni, e che quasi il 90% di queste morti è direttamente attribuibile a acqua infetta e mancanza di igiene.

Leggi anche: Giappone, treno parte con 20 secondi di anticipo, compagnia fa il mea culpa

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.