Fuori dal coro con Mario Giordano ci spiega a chi fa comodo la guerra in Ucraina

Chi è che ci sta guadagnando dalla guerra in Ucraina? Secondo Fuori dal Coro c'è qualcuno a cui fa molto comodo.

di , pubblicato il
Fuori dal coro

A chi fa comodo questa guerra in Ucraina? Chi ci sta guadagnando dal conflitto tra ucraini e russi? A rispondere a queste domande è Luca Giordano che nel suo programma Fuori dal Coro fa il punto della situazione su uno scenario politico mondiale ormai senza più alcun ritegno.

Fuori dal Coro, la guerra ucraina

Nel servizio andato in onda ieri sera a Fuori Dal Coro l’architetto appare evidente, secondo il programma di Mario Giordano tutto nasce dagli Stati Uniti di Biden. È il presidente USA ad aver voluto sostanzialmente questa guerra, facendo in modo che l’Ucraina si avvicinasse sempre più all’economia occidentale e finanziandone svariati progetti commerciali, come quello del gas. Vengono quindi proposte vecchie immagini, addirittura risalenti al 1997, dove Biden parlava del nuovo possibile scontro con la Russia.

In questo vecchio video Biden afferma che solo un avvicinamento delle basi NATO ai confini russi potrebbe ridestare la Russia dal torpore in cui è piombata dopo la guerra fredda, e ristabilire quindi una volta per tutte un nuovo equilibrio politico e di potere tra Mosca e Washington. A conti fatti dunque è proprio agli Stati Uniti d’America che questo conflitto sta giovando. È a Biden dunque che fa comodo che la guerra prosegua, al fine di indebolire ulteriormente la Russia e nel frattempo stringere nuove alleanze con l’Europa.

Fuori dal Coro, Biden vero architetto

Il nuovo accordo per la distribuzione di petrolio americano in Europa è solo il primo tassello di un mosaico che vedrà gli USA sempre più vicini all’Europa e questi ultimi dipendenti dal potere a stelle e strisce. Questo il quadro finale offerto da Fuori dal Coro. In questo scenario quindi Putin risulta essere un personaggio che è passato alle maniere forti, e quindi dalla parte del torto, solo mosso da una paura di vedere il suo paese vicino a una inevitabile delegittimazione di potere.

Potrebbe interessarti anche Dalla capitale Kiev al Donbass, ecco il compromesso che potrebbe mettere fine alla guerra

Argomenti: ,