Fine della guerra in Ucraina il 9 maggio 2022? Ecco dove la Russia starebbe preparando il carnevale della vittoria

Fine della guerra in Ucraina il 9 maggio 2022? Ecco perché la Russia organizza a Mariupol la parata per la vittoria.

di , pubblicato il
guerra in Ucraina

La fine della guerra in Ucraina è davvero vicina? Negli ultimi giorni si è parlato del 9 maggio come data clou per il termine del conflitto iniziato lo scorso 24 febbraio. Ma sarà davvero così?

Fine della guerra in Ucraina il 9 maggio 2022? A Mariupol la parata per la vittoria organizzata dal russi

Il 9 maggio per la Russia è una data molto importante. Secondo il sindaco di Mariupol i russi stanno organizzando la parata della Vittoria, una festa che celebra la sconfitta dei nazisti nella Seconda guerra mondiale. Anche secondo il consigliere di Vadym Boichenko, Petro Andryushchenko, i rumors parlano di un organizzazione della parata da parte dei russi proprio a Mariupol e in particolare dell’ordine “di ripulire parte del distretto centrale della città dai detriti e dai cadaveri per permettere la sfilata del 9 maggio in caso di vittoria.“

Inoltre, sembra che alcuni esperti russi siano giunti nella città di Mariupol per organizzare l’evento e quindi il potenziale fallimento del paese, sopratutto per Kostantin Ivashchenko, l’autoproclamato sindaco filorusso della città, sarebbe un durissimo colpo.

Perché la Russia potrebbe organizzare la parata a Mariupol

Solitamente, i russi festeggiano il 9 maggio nella Piazza Rossa di Mosca, dove viene organizzata una parata ma stavolta Putin potrebbe suggerire un giorno-simbolo per la nuova battaglia contro l’Ucraina. Ecco perché tutto sembra portare all’organizzazione di una sfilata delle forze militari russe a Mariupol, che però, nonostante tutto, ancora resiste. Le prossime ore saranno fondamentali per capire quali sono le intenzioni della Russia e se davvero il paese punterà a celebrare una vittoria sull’Ucraina il 9 maggio.

Intanto, continua l’assedio a Mariupol. Il ministero della Difesa russo sostiene che 1.026 marines della 36° Brigata Bilinsky si sarebbero consegnati.

A Mariupol sarebbero rimaste solo le forze speciali del Battaglione Azov. La città è allo stremo e sembra proprio che i russi stiano mettendo una certa fretta per arrivare alla data del 9 maggio e poter festeggiare la vittoria.

Argomenti: ,