Fine del mondo 2012? Ecco i posti della Terra che si salveranno

Boom di prenotazioni per viaggi a Bugarach (Francia) e in India: ma c’è anche un posto sicuro in Italia

di , pubblicato il
Boom di prenotazioni per viaggi a Bugarach (Francia) e in India: ma c’è anche un posto sicuro in Italia

A sentire in giro nessuno ci crede eppure negli ultimi giorni le parole più cercate su google sono proprio “fine del mondo” e “profezia Maya”. E se in molti hanno già acquistato i kit di sopravvivenza per il 21 dicembre, tantissimi altri hanno prenotato un volo per uno dei posti che, secondo le fonti, dovrebbero garantire incolumità.

  Boom di prenotazioni per Bugarach, paesino francese di 200 abitanti Sembra che il posto più sicuro dove passare il 21 dicembre 2012 sia il villaggio di Bugarach, incastonato sui Pirenei a circa 60 km da Perpignan, sulla costa, e da Carcassonne, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.   I 200 abitanti di questo paesino di preparano ad un afflusso di turisti unico nella storia. Il nome di questo paesino, sconosciuto ai più fino a qualche mese fa, era invece già noto agli appassionati di esoterismo: secondo alcune leggende orali il Sacro Graal sarebbe custodito in questo luogo che sprigiona un’energia particolare. Il borgo è già stato preso d’assalto da venditori ambulanti che offrono amuleti e kit di sopravvivenza e i prezzi degli hotel sono schizzati alle stelle. Si legge su un quotidiano locale che un privato è riuscito ad affittare quattro camere a 1.500 euro al giorno. E l’opinione pubblica si divide tra chi condanna la scelta di approfittarsi dell’ingenuità altrui e chi è convinto che sia l’ignoranza stessa ad alimentare questo business e che quindi sia la carnefice e non la mera vittima di questi raggiri. E’ dovuto intervenire perfino il sindaco di Bugarach per porre fine a vendite truffa, come quella delle “pietre di Bugarach”, messe su internet millantando poteri sovrannaturali.   In Italia dalla fine del mondo ci si salva vicino Torino Ma non molti sanno che anche in Italia esiste un posto che, a quanto pare, dovrebbe essere un bunker sicuro per affrontare la profezia dei Maya: si tratta di Angrogna, a circa 60 km da Torino. Già conosciuto dal turismo locale per via delle sue bellezze naturali, questo paesino ha una storia affascinante che ancora oggi porta alla coesistenza di cattolici e valdesi.   Voli per la terra dei Maya: il centro America gettonatissimo per le vacanze di Natale 2012 E c’è chi, forse sfidando la profezia della fine del mondo, nei giorni di Natale 2012 vuole volare proprio nelle terre che furono dei Maya.
Honduras, Messico, Belize, Guatemala e El Salvador sono gettonatissime quest’anno. Molti turisti, proprio in prossimità del 21 dicembre 2012, vogliono visitare soprattutto il complesso di Tikal in Guatemala (dove è stato girato anche Apocalypto) e Tulum nello Yucatan. Speriamo che viaggiare in queste terre serva quantomeno ad aprire la mente e  a scongiurare certe superstizioni. Secondo i dati dell’’agenzia “France Presse”, dalla caduta dell’impero romano ai nostri giorni la fine del mondo è stata preannunciata ben 183 volte. Eppure ogni volta è come se fosse la prima…  

Argomenti: